BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

YOUTUBE/ Video - Berlusconi litiga con il “giornalista contestatore” Rocco Carlomagno e lo fa cacciare dalla conferenza stampa

Attimi di tensione durante la conferenza stampa tenuta oggi dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a Roma

Berlusconi_ContestatoreR375.jpg (Foto)

YOUTUBE - Video: Berlusconi discute con un giornalista freelance e lo fa cacciare dalla conferenza stampa - Attimi di tensione durante la conferenza stampa tenuta oggi dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a Roma. A un certo punto infatti Rocco Carlomagno, che poi si è qualificato come giornalista freelance, ha chiesto di poter fare una domanda. Dapprima Berlusconi è parso volergli dare la parola, ma è stato poi richiamato da uno dei suoi collaboratori che gli ha fatto notare che c’erano altri giornalisti che avevano chiesto di fare domande in precedenza e a questo punto Berlusconi ha interrotto Carlomagno dicendo: “Lei è fuori ordine, attenda e arriverà il suo turno”.

Carlomagno ha però continuato a parlare protestando, specie quando il Premier gli ha detto: “In questo momento lei non ha l’opportunità di intervenire”. Berlusconi ha quindi chiesto che l’uomo venisse accompagnato alla porta.

Si è alzato quindi il ministro della Difesa Ignazio La Russa che è andato verso l’uomo per cercarlo di calmarlo. Poi è intervenuto Mariella Venditti del Tg3 che prima di fare una domanda al Premier ha chiesto spiegazioni su un gesto che riteneva fuori luogo. Berlusconi ha quindi cercato di spiegare che ha chiesto l’allontanamento dell’uomo per le sue continue interruzioni. E Carlomagno a questo punto ha cominciato a lanciare accuse: ''Anche stavolta avete precofenzionato tutto''. Berlusconi ha ribattuto: “Lei un villano, e i villani meriterebbero ben altra cortesia rispetto a quella che io sto praticando nei suoi confronti. Si vergogni!”.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLA LITE TRA BERLUSCONI E IL “GIORNALISTA CONTESTATORE” ROCCO CARLOMAGNO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO


COMMENTI
11/03/2010 - Un decreto interpretativo sulle domande da fare (Franco Labella)

Si potrebbe suggerire al Governo l'adozione di un decreto interpretativo che chiarisca quali domande si possono porre e quali no. E poi: entra un giornalista non accreditato? Possibile? Danno i passi a chiunque? Mica siamo a Palazzo Grazioli.... Franco Labella

 
11/03/2010 - Grande lezione di civiltà (DARIO BURIELLI)

Come sempre ai contenuti si cerca di sostituire i toni. Chi non sa più cosa dire lo urla. Strepitoso La Russa, un ministro che personalmente si alza dal tavolo e và fisicamente ad allontanare il provocatore Carlomagno. Tutti in piazza il 20 marzo per dire alla sinistra che le elezioni si vincono nei seggi e non nei TAR. Saluti.

 
10/03/2010 - scorretto ?? (orazio gerosa)

l'espressione di La Russa e con il pugno chiuso dove solleva il contestatore dice tutto sull'origine e scuola di provenienza !

 
10/03/2010 - Si è alzato quindi il ministro della Difesa (ennio rossi)

"Si è alzato quindi il ministro della Difesa Ignazio La Russa che è andato verso l’uomo per cercarlo di calmarlo." Non mi sembra che sia andata proprio così il ministro lo ha preso un po' per il collo con qualche pacca sulle spalle. Il suo tono mi è sembrato alquanto violento e, per un ministro che non è una guardia del corpo, mi sembrato piuttosto scorretto.