BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

YOUTUBE POLEMICA SUI NUMERI/ Video - Maurizio Gasparri: La questura in preda allo stress

«Siamo grati alle forze dell’ordine per il loro impegno oggi a Roma. Siamo meno grati al questore di Roma che evidentemente in preda a stress o in crisi etilica ha diffuso cifre false, in difetto, sui partecipanti alla nostra grande manifestazione»

gasparriR375.jpg(Foto)

«Siamo grati alle forze dell’ordine per il loro impegno oggi a Roma. Siamo meno grati al questore di Roma che evidentemente in preda a stress o in crisi etilica ha diffuso cifre false, in difetto, sui partecipanti alla nostra grande manifestazione», sono parole del capogruppo del Pdl al Senato Maurizio Gasparri. Non si placa, infatti, la polemica legata alla cifre presunte o reali dei partecipanti alla manifestazione del Pdl di ieri a Roma in Piazza San Giovanni. Le cifre dei manifestanti, in effetti, a seconda dell'osservatore discostano, e di parecchio. Chi avrà ragione? Denis Verdini, coordinatore nazionale del Pdl, che parla di più di un milione di manifestanti o la Questura di Roma, che parla di 150mila?

Getta acqua sul fuoco, invece, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Che in conferenza stampa a Bologna afferma: «In queste manifestazioni tutti danno numeri che fa comodo dare, io non voglio entrare nel merito, dico solo che mi sono emozionato nel vedere tante persone e la qualità di queste persone, mi ha riscaldato il cuore».


- Meno morbido di Silvio Berlusconi è l'omologo di Gasparri alla Camera, l'onorevole Fabrizio Cicchitto. «Noi abbiamo sempre difeso le ragioni delle forze dell'ordine - afferma Cicchitto - ma evidentemente, non solo da ciò che è avvenuto ieri, ricaviamo l'impressione che alla Questura di Roma c'è qualcosa che non funziona».


- Ci va molto più piano il ministro della Difesa Ignazio La Russa, sostenendo che «con la manifestazione del Pdl di ieri in piazza San Giovanni a Roma abbiamo invertito l'ordine dei fattori sia per quanto riguarda la considerazione della gente verso il partito, sia per quanto riguarda la campagna elettorale nei prossimi giorni».


PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO CON IL VIDEO DI YOUTUBE DI BERLUSCONI CHE COMMENTA I DATI DIFFUSI DALLA QUESTURA, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO