BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BERLUSCONI/ Video: telefonata in diretta a Unomattina. Berlusconi attacca la magistratura e spiega le riforme da fare

Pubblicazione:martedì 23 marzo 2010

berlusconi_nascita%20PdlR375.jpg (Foto)

YOUTUBE - Video: la telefonata di Silvio Berlusconi a Unomattina - Stamattina il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è intervenuto in diretta a Unomattina su Raiuno con una telefonata. Questa incursione video in periodo di campagna elettorale non lascerà di certo indifferente l’opposizione. Nel merito, Berlusconi ha parlato di riforme, spiegando che dopo le elezioni l’impegno è quello di riformare le istituzioni, partendo anche dal presidenzialismo: «Dobbiamo rivolgerci ai cittadini e sentire loro per capire se preferiscono l'elezione diretta del presidente della Repubblica o del presidente del Consiglio».

Berlusconi ha spiegato che «il popolo della libertà si chiama proprio così perché è fatto dalla gente, è nato dal basso. È un partito assolutamente democratico che assume ogni decisione non da parte di un monarca, che sarei io, come indicato da qualcuno. È esattamente il contrario. All'interno del partito abbiamo un forma di democrazia assoluta che abbiamo applicato in questo primo anno di lavoro». «Qualcuno dice che il partito è da migliorare. Certo tutto si può migliorare ma io sono assolutamente contento e soddisfatto degli organi che ci siamo dati e del modo in cui hanno lavorato quest'anno e penso che potranno lavorare ancora meglio del futuro».

Riguardo le imminenti elezioni, Berlusconi ha spiegato di non temere l’astensionismo, «ma rispondo agli inviti che vengono dalla sinistra e sottolineo che occorre andare a votare», altrimenti «si avvantaggia la sinistra». È un appello «agli italiani che non si riconoscono in questa sinistra ammanettata a Di Pietro».

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO E GUARDARE IL VIDEO DELLA TELEFONATA IN DIRETTA DI SILVIO BERLUSCONI A UNOMATTINA CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >