BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELEZIONI REGIONALI 2010/ Lazio: il "caos liste" non è ancora finito: sarà guerra allo scrutinio

ELEZIONI REGIONALI 2010 - LAZIO: Queste elezioni regionali vedono costantemente al centro dell'attenzione di tutti la Regione Lazio. Il "caos liste", l'esclusione della Lista Pdl a Roma e provincia prima, il record negativo di affluenza poi, ma i problemi potrebbero non essere ancora finiti

Polverini_BoninoR375.jpg (Foto)

ELEZIONI REGIONALI 2010 - LAZIO: Queste elezioni regionali vedono costantemente al centro dell'attenzione di tutti la Regione Lazio. Il "caos liste", l'esclusione della Lista Pdl a Roma e provincia prima, il record negativo di affluenza poi, ma i problemi potrebbero non essere ancora finiti.
Alle 15 sarà infatti il momento dello spoglio delle schede. I rappresentatni di lista Polverini, i cosiddetti "gladiatori" sono pronti a contestare i voti dubbi, "o le schede che gli altri vogliono annullare". Il nodo che forse non è stato sciolto a dovere è questo: il nome di un candidato della lista Pdl esclusa è o non è, comunque, un'indicazione chiara di voto? Le interpretazioni sono diverse e su questo potrebbe generarsi un enorme caos.
Secondo Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl alla Camera, «la circolare, che richiama anche una sentenza del Consiglio di Stato del 2006, dà indicazione per il favor voti». Ovviamente di segno opposto il parere di Emma Bonino: «Le schede con voti di gente non in lista non solo valide. Lo dice la legge e anche un simpatico libretto fatto dalla Lega».
Quello che era probabilmente il "testa a testa" più caldo rischia di decidersi sulla base di due elementi distorsici: l'affluenza ai minimi storici, l'esclusione della lista Pdl e la contestazione di un buon numero di schede. A meno di quattro ore dalle operazioni di scrutinio non resta che aspettare.

 

ELEZIONI REGIONALI 2010 - CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO