BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA/ La Direzione Nazionale del Pdl approva il documento a sostegno di Silvio Berlusconi

BerlusconiDirezioneNazionalePdl_R375.JPG (Foto)



DIREZIONE PDL - ORE 11.33 - La parola a Ignazio La Russa: «Nessuno oggi può sentirsi estraneo a questo clima, un partito veramente plurale, un partito come l'avevamo sognato».

DIREZIONE PDL - ORE 11.27 - All'attacco di FareFuturo Sandro Bondi: «Campi e Rossi da tempo praticano una critica demolitrice della nostra storia e di Berlusconi. Queste opinioni non sono mai state contraddette. Si può stare in un partito credendo che il fondatore sia un modello da rifiutare?».

DIREZIONE PDL - ORE 11.24 - Sandro Bondi: «Non ci sono spiriti liberi e servi, questa divisione non esiste tra di noi».

DIREZIONE PDL - ORE 11.20 - Sandro Bondi: «Cosa ci sta portando in questa crisi: l'allontanamento dalla realtà e dal buon senso, così la politica diventa una nuvola speculativa. E' una malattia che ha già colpito la sinistra».

DIREZIONE PDL - ORE 11.15 - Sandro Bondi inizia il suo intervento: «La nostra forza risiede in questo popolo.  La nostra forza risiede nei principi ideali in cui tutti noi crediamo. Siamo forti perchè siamo uniti, siamo uniti perchè sulle scelte di fondo non abbiamo mai registrato un dissidio incolmabile».

DIREZIONE PDL - ORE 11.00 - Denis Verdini analizza i risultati delle regionali. «Il secondo turno è devastante per noi, riflettiamoci». Sul partito: «Il palazzo di via dell'Umiltà è grande ma spesso vuoto. Per chi vuole c'è spazio e posto».

DIREZIONE PDL - ORE 10.46 - «Non è mai successo che chi era al governo avesse anche la maggioranza della Conferenza delle Regioni e le province. Questo è un fatto positivo che ci rende possibile guardare al futuro consapevoli di aver fatto bene in questi due anni. Se si andasse a votare domani il Pdl andrebbe oltre il 38%».

DIREZIONE PDL - ORE 10.42 - «Fatemi fare il buttadentro chiedendovi di sedervi e di prendere posto: abbiamo lunga giornata: risparmiatevi, non disperdiamo le forze in manifestazioni di prima mattina», Queste le prime parole del premier.

DIREZIONE PDL - ORE 10.32 - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è arrivato senza rilasciare alcuna dichiarazione.

DIREZIONE PDL - ORE 9.48 - Gianni Alemanno, l'ex colonnello di An, oggi mediatore tra il premier e il Presidente della Camera: «Il clima è molto teso: ho visto Berlusconi addolorato e lo stesso Fini è molto nervoso». Sull'ipotesi di una corrente finiana il Sindaco di Roma ha dichiarato: «sarebbe un indebolimento del partito». Su Berlusconi ha sottolineato: «si è rafforzato dopo che è sceso in campo in modo così determinato per il Lazio e questo è stato decisivo per la vittoria. È una cosa che non dimenticherò mai. Lui ha lo spirito del combattente e ci ha messo la faccia in una battaglia che sembrava impossibile».

DIREZIONE PDL - ORE 9.30 - Gianfranco Fini è già arrivato alla direzione nazionale del Pdl. E' uno dei primi big a presentarsi.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
22/04/2010 - Perchè solo Fini deve lasciare la carica? (Giuseppe Crippa)

Gentile signor Semeria, a me sembra che anche la carica di Presidente del Consiglio sia una carica istituzionale, e che la persona che la ricopre si dovrebbe sentire al servizio di tutti gli italiani, esattamente come chi, ricoprendo la carica di Presidente della Camera, dovrebbe sentire il dovere di non fare politica attiva. Ovviamente nessuno chiede al Presidente del Consiglio di lasciare la sua carica per fare politica nel suo partito. Io, coerentemente, non lo chiedo neppure al presidente della Camera. Non credo sia così difficile per gli elettori saper distinguere opinioni ed esternazioni da atti legati alla carica istituzionale ricoperta e giudicare conseguentemente.

 
22/04/2010 - Berlusconi-Fini (ENRICO Semeria)

Forse ha ragione chi ha detto che è stato un errore mandare Fini a fare il Presidente della Camera....infatti ha mostrato che quella carica sembra che gli stia un pò stretta e al pari di un indumento sta dando luogo a quelle scuciture in danno del partito..evidentemente Fini sente il bisogno di essere parte più attiva per il rafforzamento del partito....e allora ?? ha già ricevuto l'invito di Berlusconi...ad entrare fattivamente....ma lasciando la carica istituzionale...come appare logico..