BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ 1. Il federalismo della Lega premia il Sud e fa contento Di Pietro

Il federalismo della Lega piace anche a Di Pietro (Foto: Ansa) Il federalismo della Lega piace anche a Di Pietro (Foto: Ansa)

Gli enti locali stessi dovranno poi rendere noti i processi di valorizzazione, attraverso la loro pubblicazione sui siti internet istituzionali. Un’operazione che garantisce una maggior trasparenza e che avvicina il popolo all’effettivo controllo della cosa pubblica. I cittadini potranno essere anche coinvolti attraverso sondaggi o veri e propri referendum consultivi sulla nuova destinazione da assegnare ai beni ricevuti dallo Stato e potranno eventualmente “punire” con il voto le amministrazioni locali che riterranno inefficienti o incapaci di gestire al meglio le risorse di tutti.

 

Difficilmente, infatti, un elettore sarebbe indotto a cambiare il proprio voto a livello nazionale, se in un Comune, una caserma dismessa venisse male valorizzata dallo Stato; ma se è il Comune a doversi prendere la responsabilità di fronte all’elettore, allora il controllo popolare diventa infinitamente più efficace: in quel Comune, di fronte a quel fatto, l’elettore potrebbe decidere di votare diversamente.

© Riproduzione Riservata.