BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

DDL INTERCETTAZIONI/ Alfano: "Trovato accordo con Fini. Il provvedimento tocca corporazioni potentissime"

DDL INTERCETTAZIONI: Il ministro della Giustizia Angelino Alfano si è detto confortato dalle indicazioni di Fini: «si è trovato un punto di sintesi, ora si può andare avanti. Con Gianfranco Fini ho avuto una un’utile e proficua conversazione su questa materia e sulla giustizia in generale»

alfano_ppianoR375.jpg(Foto)

DDL INTERCETTAZIONI: Il ministro della Giustizia Angelino Alfano si è detto confortato dalle indicazioni di Fini: «si è trovato un punto di sintesi, ora si può andare avanti. Con Gianfranco Fini ho avuto un’utile e proficua conversazione su questa materia e sulla giustizia in generale».

Conferme di un incontro positivo arrivano anche da Giulia Bongiorno e dal finiano Italo Bocchino: «Apprezziamo molto il metodo adottato dal ministro che ora ci consente di ragionare serenamente sugli emendamenti da presentare al Senato».

Lunedì il testo verrà discusso in Senato e i punti più delicati sembrano risolti nella maggioranza, almeno per quanto riguarda: «le sanzioni per gli editori, le sanzioni per i giornalisti e la definizione delle scadenze dopo le quali si possono cominciare a pubblicare gli atti riservati». 

La minoranza finiana si riserva comunque la possibilità di ulteriori correzioni in corsa:  «Bisogna rivedere le norme che limitano le intercettazioni ambientali e anche la durata massima degli ascolti limitata a 60 giorni lascia molti dubbi» dice Fabio Granata.