BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LA SCHEDA/ Claudio Scajola, il politico recordman di dimissioni: tre volte in 40 anni di carriera

Pubblicazione:

scajolaR375.jpg

SCAJOLA DIVENTA NUOVAMENTE MINISTRO - In seguito alle dimissioni da ministro dell'Interno, Claudio Scajola riceve da Berlusconi l’incarico di coordinatore della campagna elettorale di Forza Italia per le amministrative del 2002. Nel luglio del 2003 è nominato ministro per l'Attuazione del programma di governo, mentre nel terzo governo Berlusconi è nominato ministro per le Attività produttive. Alle politiche del 2006 è nuovamente eletto deputato con Forza Italia. Sempre nel 2006 riceve l’incarico di presidente del COPACO, successivamente COPASIR. Rieletto deputato nel 2008, dall’8 maggio ad oggi è stato Ministro dello Sviluppo Economico

 

SCAJOLA SI DIMETTE PER LA TERZA VOLTA – Claudio Scajola, nel 2010 è coinvolto in un’inchiesta sul Gruppo Anemone. Il gruppo, a sua volta, è coinvolto in un’inchiesta che avrebbe per protagonisti i vertici della Protezione Civile, i quali avrebbero favorito il gruppo in alcuni appalti pubblici. La Guardia di Finanza avrebbe trovato tracce di assegni circolari per un valore complessivo di circa 900mila euro provenienti da un architetto del Gruppo Anemone: Questi soldi sarebbero serviti a pagare la parte in nero di una casa intestata alla figlia di Scajola, con vista sul Colosseo, pagata ufficialmente 600mila euro. Ancora una volta, in seguito alla continue e sempre più pesanti polemiche, Claudio Scajola si dimette.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.