BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LA SCHEDA/ Claudio Scajola, il politico recordman di dimissioni: tre volte in 40 anni di carriera

Claudio Scajola, nato a Imperia il 15 gennaio 1948, inizia la carriera politica giovanissimo: a 14 anni fonda un movimento politico giovanile di ispirazione cattolica, e più tardi milita nel movimento giovanile della Democrazia cristiana del quale ne diventa dirigente

scajolaR375.jpg (Foto)

Claudio Scajola, nato a Imperia il 15 gennaio 1948, inizia la carriera politica giovanissimo: a 14 anni fonda un movimento politico giovanile di ispirazione cattolica, e più tardi milita nel movimento giovanile della Democrazia cristiana del quale ne diventa dirigente. Dopo avere frequentato, senza laurearsi – se non nel 2000 quando è ministro in carica - giurisprudenza all'Università di Genova diventa dirigente INADEL e nel ‘75 si occupa dell'Ospedale regionale di Costarainera, passando in seguito alla presidenza dell'USL d'Imperia. Esordisce nell’80 nel Consiglio comunale del comune di Imperia, del quale diventa sindaco nellì82.

A solo un anno di governo cittadino, Claudio Scajola è costretto a dimettersi in seguito a pesanti accuse giudiziarie relative all’appalto della gestione del Casinò di Sanremo. Il 12 dicembre dell’83 viene arrestato: aveva partecipato ad un incontro segreto a Martigny, in Svizzera con l’allora sindaco di Sanremo Osvaldo Vento e ad una delle parti in gara per l’appalto, il conte Giorgio Borletti, con l'accusa di tentata concussione aggravata. Si fa 70 giorni di carcere a San Vittore, ma viene prosciolto da ogni accusa. Viene accolta la tesi difensiva secondo la quale, nell’incontro, aveva v chietso una gestione del Casinò politicamente più equilibrata. Sarà di nuovo sindaco di Imperia dal ’90 al ‘95


Leggi anche: YOUTUBE CLAUDIO SCAJOLA/ Video – L’ex ministro delle Sviluppo economico spiega le sue dimissioni in conferenza stampa

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO