BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Violante (Pd): caro Berlusconi, vuoi fare le riforme con noi?

Pubblicazione:mercoledì 5 maggio 2010

LucianoViolante_R375.jpg (Foto)



Nello schieramento avversario si affrontano due concezioni diverse del partito. Nel documento uscito dalla Direzione Nazionale del Pdl si legge “non siamo un partito, siamo un popolo”: è la riaffermazione di un meccanismo plebiscitario carismatico. L’idea di Fini è profondamente diversa.
L’ex leader di An è un interlocutore perché si muove con chiarezza e onestà, rimane comunque un avversario con una storia e degli obiettivi diversi dai nostri.

Sono da escludere quindi alleanze inedite che, come si augura qualche autorevole opinionista di sinistra, potrebbero rompere il bipolarismo e aprire fasi radicalmente nuove?


Sono discorsi tutti interni al mondo politico, autoreferenziali e staccati dalla realtà. In un momento in cui alcune persone in difficoltà vengono trovate a rubare il latte o il pane per mangiare sarebbe meglio che la politica torni a occuparsi dei problemi veri del Paese.

(Carlo Melato)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
05/05/2010 - PENSO CHE IL DOPO BERLUSCONI SARA' TREMENDO (GIUSEPPE PIGLIAPOCO)

Il Presidente Napolitano si è accorto nei suoi viaggi all'estero che l'unica persona che conta a livello internazionale e ..nazionale è Berlusconi che essendo una persona intelligente e pensando al dopo sta facendo si che prendano il volo Tremonti e il Ministro degli Esteri. Ci ha provato con Fini e Casini ma gli è andata male . Solamente se conti a livello internazionale puoi considerarti uno statista altrimenti sei un modesto politicante .Lo ha capito tanto bene la sinistra che cerca di annientare Berlusconi quanto prima possibile in tutti i modi perchè si aspetta freneticamente il dopo. Per creare che cosa e con chi non è dato sapere purchè il treno sia in corsa? Ci si prepara per una dittatura alla comunista ove la Giustizia che già la hanno incamminata su quella strada , sarà una farsa totale ? O ci sarà una reazione per una stabilizzazione autoritaria di ritorno sullo stile di un nuovo fascismo? Tolto anche Napolitano la situazione futura appare alquanto precaria per gli italiani. Certo è che anche il sistema bancario ha già capito che il dopo sarà molto ma molto incerto e quindi si sta già mettendo ai ripari tirando i cordoni della borsa. Il vero e corretto dialogo per crescere democraticamente e quindi preparare nuovi uomini seri e di alta statura internazionale sembra un qualcosa di irrealizzabile ed i fatti lo dimostrano. Mi raccomando abbattete Berlusconi quanto prima possibile che poi vedremo presto ;forse si spera orgogliosamente la fine della Grecia