BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Fini libera le colombe per placare l'ira di Berlusconi

Pubblicazione:venerdì 7 maggio 2010

BerlusconiFiniConferenzaStampa_R375.jpg (Foto)



Per questo che ha meno chance Maurizio Lupi, un altro nome a cui pensa Berlusconi, ma la sua casella che occupa alla Camera, se liberata, offrirebbe minori margini di manovra con gli alleati della Lega.

Ma se le cose stanno così, se insomma c’è da andare avanti e da arginare la Lega, l’impressione è che Berlusconi e Fini, magari di malavoglia, siano costretti a parlarsi. E forse si è trovato anche il mediatore giusto. Poteva essere Gianni Alemanno, il quale - essendosi dimesso da parlamentare una volta eletto sindaco - aveva la scusa giusta per non firmare né per Fini né per la Russa e Gasparri, tenendosi le mani libere. Poteva essere anche un modo per ritagliarsi un ruolo di cerniera sul federalismo, che sarà la vera materia di scontro fra Fini e Bossi/Berlusconi.

Ma Alemanno ha scelto, alla fine, di mollare Fini, per aderire al correntone di La Russa e Gasparri. Ed ecco allora farsi strada una nuova figura, quella del senatore Andrea Augello. Da poco sottosegretario alla Presidenza, è il portavoce dei 13 senatori che sono rimasti fedeli a Fini, ma gli hanno dettato la linea: niente scissione, niente gruppi autonomi, ma propositività sui contenuti, che sono poi quelli della destra sociale.

Augello è stato il coordinatore della campagna elettorale di Alemanno e poi della Polverini, uno che ama più agire che dichiarare, insomma, e che parla con i fatti. È noto che Berlusconi non vuol vedere più Bocchino neanche in cartolina, ma stima Augello e parla anche con Silvano Moffa, che sono considerate le colombe finiane, e sono pronte a farsi anche loro una piccola corrente (“Spazio aperto”), in palese divaricazione con l’intento dirompente di “Generazione Italia”, l’iniziativa guidata da Bocchino.

 

CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO

 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >