BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CHIESA/ Mons. Crociata (Cei): "Il federalismo può rafforzare l'unità tra Nord e Sud"

Pubblicazione:martedì 1 giugno 2010

monsignorcrociata_R375.jpg (Foto)

CEI - IL FEDERALISMO - Mons. Mariano Crociata, segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana, ha detto che Il processo federalista può "certamente" rafforzare l'unità tra Nord e Sud d'Italia, "se equilibrato con le istanze fondamentali sull'unità della nazione". Lo ha detto durante un'intervista a Radio Vaticana.

Secondo l’alto prelato, i "principi fondamentali" della Costituzione "hanno bisogno evidentemente di una traduzione direi equilibrata con le istanze federaliste". Ha aggiunto che non bisogna “mettere in contrapposizione unità e federalismo, perché è una falsa contraddizione. Il punto è creare quell'equilibrio che permette alla soggettività locale e territoriale di comporsi in maniera armonica e attenta al tutto, con la totalità del popolo e della nazione".

 

CLICCA SU QUESTO LINK PER CONTINUARE A LEGGERE LE DICHIARAZIONI DEL SEGRETARIO DELLA CEI SUL FEDERALISMO

 

CLICCA SU QUESTO LINK PER ANDARE ALLA PAGINA CON TUTTE LE NOTIZIE DI POLITICA

 

Ha quindi sottolineato che “solidarietà e sussidiarietà non possono essere contrapposte", ma "devono essere articolate e integrate”. Chiudersi nella difesa di interessi locali e parziali “alla fine non solo priva tutto il Paese di un beneficio comune, ma impoverisce anche quelle parti che si isolano pensando illusoriamente di essere autosufficienti in tutto".
   



CLICCA SU QUESTO LINK PER CONTINUARE A LEGGERE LE DICHIARAZIONI DEL SEGRETARIO DELLA CEI SUL FEDERALISMO


  PAG. SUCC. >