BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

UMBERTO BOSSI/ Pontida: C'è un solo ministro per il Federalismo. E sono io!

«C'è un solo ministro per il federalismo e sono io», ha detto Bossi a Pontida, dove si è svolta la manifestazione della Lega Nord. Bossi, a Pontida, si è riferito alla nomina a ministro dell'Attuazione del Ferealismo di Aldo Brancher.

Bossi_Umberto-w350.jpg(Foto)

«C'è un solo ministro per il federalismo e sono io», ha detto Bossi a Pontida, dove si è svolta la manifestazione della Lega Nord. Bossi, a Pontida, si è riferito alla nomina a ministro dell'Attuazione del Ferealismo di Aldo Brancher. Per Bossi gli unici titolati ad occuparsi di Federalismo solo lui e Calderoli.

Leggi anche: SCENARIO/ Zaia (Lega): caro Formigoni, la manovra va cambiata, ma il federalismo è salvo

«C'è un solo ministro per il federalismo, e sono io»: a parlare è il leader della Lega, Umberto Bossi, dal palco di Pontida dove, sotto la pioggia battente, si è svolta l'ormai consueta manifestazione leghista. Bossi, riferendosi alla nomina a ministro dell'Attuazione del Ferealismo di Aldo Brancher, ha precisato: «Il federalismo lo facciamo io e Calderoli, non e' cambiato proprio niente». Secondo, «ad Aldo Brancher si è pensato di dare il decentramento che è certo importante ma è un'altra cosa». Il capo del Carroccio, poi,  ha rivendicato i risultati ottenuti: «Dopo tanto lavoro io e Calderoli portiamo a casa il federalismo. I beni del demanio tornano a casa. Tutti i fiumi e i laghi della Lombardia sono tornati alla Lombardia», ha detto Bossi, ricordando con orgoglio che «nella scelta tra il fucile e la via pacifica abbiamo scelto quest'ultima, che è la via migliore, ma non dimentichiamo che la Lega è nata per la libertà della Padania».


Leggi anche: SCENARIO/ Ostellino: non bastano i tagli a salvarci dagli errori di Togliatti e Dossetti