BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CASO BRANCHER/ Il Quirinale: "ministro senza portafoglio non ha legittimo impedimento"

Pubblicazione:

BrancherAldo_R375.jpg

QUIRINALE - CASO BRANCHER - LEGITTIMO IMPEDIMENTO NON SERVE PER MINISTERO: Il Quirinale interviene con una nota sul vero e proprio "caso Brancher", il neo-ministro al Decentramento che ha suscitato un mare di polemiche decidendo di avvalersi del legittimo impedimento nello stralcio al processo per la scalata ad Antonveneta.

«In rapporto a quanto si è letto su qualche quotidiano questa mattina - dice la nota - a proposito del ricorso dell'on. Aldo Brancher alla facoltà prevista per i ministri dalla legge sul legittimo impedimento, si rileva che non c'è nessun nuovo Ministero da organizzare in quanto l'on. Brancher è stato nominato semplicemente ministro senza portafoglio».

Le critiche al ministro sono piovute dall'opposizione, ma anche da settori della maggioranza. «È inelegante che un ministro appena nominato e ancora senza delega - aveva dichiarato Italo Bocchino - cominci invocando il legittimo impedimento che era stato pensato per impedire le aggressioni dei magistrati ai ministri, non per nominare ministri che erano già sotto processo».

Dal centro, Pierferdinando Casini coglie l'occasione per contestare il legittimo impedimento in generale: «La vicenda Brancher dimostra che il troppo stroppia e che c'è stato un infortunio, un grande errore politico per la maggioranza volerlo estendere ai ministri. Bastava per il presidente del Consiglio».


 

CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO


  PAG. SUCC. >


COMMENTI
25/06/2010 - Ministro senza portafoglio: chi era costui? (Franco Labella)

Posso suggerire al Sussidiario un sondaggio per accertare quanti italiani sanno cosa è un Ministro senza portafoglio? E quanti studenti delle scuole superiori, dal prossimo settembre, lo potranno imparare visto che col riordino gelminiano è stato eliminato, come disciplina curricolare, il Diritto ed anche l'Economia? E che non ci illuda pensando a "Cittadinanza e Costituzione". E' stato l'ennesimo annuncio non seguito dai fatti. Come disciplina autonoma con valutazione autonoma non esiste in nessun ordine di scuola. Ma tanti italiani sono convinti del contrario e si illuderanno, perciò, che le giovani generazioni possano formarsi una coscienza anche attraverso la conoscenza di temi che, in realtà, non potranno nè conoscere nè approfondire. Ed allora sarà possibile persino tacciare anche il Presidente Napolitano di giustizialismo. Franco Labella