BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PIEMONTE/ Il Tar ammette i ricorsi contro le liste in sostegno di Cota. Il legale del governatore: "Sono scaduti i termini per ogni ricorso"

Il Tar del Piemonte ha ritenuto ammissibili i ricorsi avanzati per irregolarità nella presentazione di alcune liste che hanno sostenuto Cota 

CotaRoberto_R375.jpg (Foto)

IRREGOLARITA’ NELLE LISTE IN PIEMONTE - Il Tar del Piemonte ha ritenuto ammissibili i ricorsi avanzati per irregolarità nella presentazione di alcune liste che hanno sostenuto Cota.


Non è ancora chiaro, ma in Piemonte si parla del rischio di un ritorno alle urne. l Tar del Piemonte ha, infatti, ritenuto ammissibili i ricorsi che sono stati avanzati per presunte irregolarità che ci sarebbero state nella presentazione di alcune liste che hanno corso durante le Regionali in sostegno del governatore Roberto Cota. Il Tar ha ritenuto ammissibili le istanze presentate contro due liste, in particolare: quella guidata dall'ex Udc Deodato Scanderebech e la lista "Verdi verdi". I termini per presentare i ricorsi, tuttavia, come ricorda Luca Procacci, legale di Roberto Cota, erano prima delle elezioni. «Il 15 verrà decisa la nostra eccezione preliminare: questi ricorsi dovevano essere presentati nei termini stabiliti. Bisognava presentarli subito e non aspettare l'esito delle elezioni per rimettere in discussione tutto una volta visto l'esito», ha dichiarato. mentre l presidente del Piemonte Cota si è affrettato a sottolineare: «Io mi occupo di fatti e l'unico fatto certo è che ho vinto le elezioni incontrovertibilmente con i voti dati al presidente».
 

 

 

 

Leggi anche: ESCLUSIVA/ Joseph Weiler: così ho difeso il crocifisso davanti alla Corte europea

 

Leggi anche: SCENARIO/ La Lega cade nella "trappola" di Berlusconi e si scopre più divisa che mai

 

CLICCA QUI O SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLE IRREGOLARITA’ NELLE LISTE IN PIEMONTE