BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ 1. Bersani (Pd): sì a larghe intese, ma chiudiamo l’era Berlusconi

BersaniPD_R375.jpg(Foto)



Diciamo che questo sforzo di sintesi riguarda tutte le forze di opposizione presenti in Parlamento (e non solo) interessate a un programma coerente di governo. La sfida è grande, ma la situazione spingerà tutti a lavorare con più convinzione e rapidità.

Da ultimo, la questione morale interroga la politica, al di là degli schieramenti. Come se ne esce?

Facciamo una distinzione. Il tema della correttezza e della sobrietà è un tema che deve interrogare tutti, non c’è dubbio. Nella maggioranza c’è però una particolarità.

Quale?

Si è creato un meccanismo basato sul ghe pensi mi, sulla concentrazione del potere in un uomo solo. All’ombra di questa figura che garantisce il quadro generale, senza meccanismi di partecipazione, si sono costituite cordate e cordatine, meccanismi paralleli molto esposti, diciamo così, a questioni di corruttela. D’altronde questo governo, contro il nostro parere, ha sempre dato spazio eccessivo a legislazioni speciali, derogatorie, soprattutto per quanto riguarda gli appalti. Tutto diventa emergenza, dalla protezione civile ai rifiuti, e con le deroghe si aprono delle vere e proprie autostrade per la corruzione. Su questi elementi strutturali che non incoraggiano certo la trasparenza dovremmo iniziare a riflettere seriamente.

(Carlo Melato)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
20/07/2010 - Una opposizione che non c'è. (GAETANO GRIMALDI)

Mi sembra alcuanto ridicolo che l'on. Bersani parli di incapacità di governare dell'attuale esecutivo in quanto, quando erano loro al potere, non sono riusciti a produrre niente nè di interessante e nè importante per il Paese. Il loro ultimo governo è stato, secondo oculati analisti, fra i peggiori degli ultimi 40 anni. Anche se può essere condivisibile l'inizio di una parabola discendente del berlusconismo, non si può assolutamente negare il consenso che la Pdl ha ottenuto nel Paese alle ultime elezioni e tentare di scardinare l'azione del governo aggrappandosi all'esaltazione di problematiche interne alla maggioranza (minimali rispetto a quelle che aveva la coalizione che sosteneva Prodi)evidenzia come l'attuale opposizione sia incapace di esprimere una vera alternativa di governo. La verità e che non esiste una opposizione credibile. Credibile nelle proposte, nei contenuti. Una opposizione ancora arroccata su un conservatorismo di sinistra e legata (anche se lo negano)a vecchi postulati ideologici. A mio avviso, ciò di cui il Paese ha bisogno urgentemente è dato dalle riforme, sia istituzionali che sociali ed economiche. Considerando questa opposizione, la strada per arrivare ad esse passa per questa maggioranza con una leggera apertura alle forze centriste. Si spera, poi, che dalle riforme venga fuori un sistema politico più moderno fulcro di una vera quanto pruduttiva governabilità.

 
20/07/2010 - io socio dell'azienda Italia (Fabrizio Terruzzi)

io socio dell'azienda Italia taccerei di vacuità il programma di Bersani e lo pregherei, per poterlo valutare, di dargli un contenuto degno di questo nome. Affermazioni del tipo "io sono più bravo dell'altro" devono essere (molto) adeguatamente sostenute altrimenti puzzano di voglia di potere. Ciononostante il personaggio mi è simpatico.

 
20/07/2010 - L'Alternativa di Governo (GIUSEPPE PIGLIAPOCO)

L'Alternativa di Governo è estremamente necessaria per Bersani in quanto il PD sta perdendo pezzi alla sua base.E' estremamente necessaria la crisi di governo altrimenti come potrebbe fermarsi la riforma del parlamento ed altre riforme e pregiudicare le promesse della Lega. Insomma per il PD è tutto estremamente necessario quando ha l'acqua alla gola come quando si sono affrettati a formare il PD in vista della caduta del Governo Prodi che si reggeva con le stampelle.Era meglio che all'epoca avesse vinto Berlusconi ; oggi tutto quel che si pensa per rimediare scaturisce da quella esperienza politica che non si reggeva.Adesso bisogna anche capire quale potrebbe essere la nuova esperienza politica dopo Berlusconi ;creare l'asse obsoleto e da professionismo della politica Fini-Casini e D'Alema + Bersani+Bindi + + + + ?