BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SONDAGGIO/ Berlusconi e Fini: meglio uniti o divisi? Rispondono gli elettori di Pd e Pdl

Fini e Berlusconi dovrebbero rimanere insieme o dividersi. E, nel secondo caso, dovrebbero costituire due partiti schierati in opposte fazioni o allearsi? 

BerlusconiFiniConferenzaStampa_R375.jpg (Foto)

Fini e Berlusconi dovrebbero rimanere insieme o dividersi. E, nel secondo caso, dovrebbero costituire due partiti schierati in opposte fazioni o allearsi? A queste domande risponde un sondaggio della Ispo commissionato da Il Corriere della Sera.

I dissidi interni alla maggioranza sembrano crescere ogni giorno di più. La minaccia continua di defezioni da parte della pattuglia finiana, in ragione della sua esiguità, non basta a evocare da sola scenari apocalittici, come la caduta del governo o elezioni anticipate. Tuttavia, il Pdl, oltre che dalle divisioni interne, è logorato da numerosi elementi di disturbo: come le polemiche suscitate nell’opinione pubblica dal ddl intercettazioni; le indagini sulla “cricca” e sulla “P3”, legate, fondamentalmente, ad esponenti della maggioranza; la manovra economica, che ha fatto infuriare più di un ministro. In questo contesto, quindi, è difficile pensare che i pessimi rapporti tra Fini e Berlusconi possano essere gestiti in una cornice di normale dialettica politica. Meglio il divorzio? E’ la domanda che ha posto Ispo S.r.l. in un sondaggio commissionato da Il Corriere della Sera.

Leggi anche: SCENARIO/ 1. Bersani (Pd): sì a larghe intese, ma chiudiamo l’era Berlusconi

Leggi anche: SCENARIO/ 2. Quanti sospetti su Tremonti, il "candidato" della sinistra e dei grandi giornali