BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Del Noce spiega perché il comunista Vendola è il "becchino" degli operai

NichiVendola_R375.jpg (Foto)



Le frasi “Batterò Berlusconi perché è troppo vecchio” o “Io concepisco la vita come danza della vita” o, ancora, “Voglio portare un po’ di vita nel centrosinistra” rientrano in questo vitalismo.

“La distruzione della religione non dovrebbe però venire cercata per le vie di una propaganda ateistica diretta - spiega Del Noce - ma per quelle di una pedagogia storicistica. Attraverso la riflessione sulla storia presente il giovane dovrebbe giungere alla convinzione che il cattolicesimo appartiene a un passato irrevocabilmente trascorso, perché non sarebbe possibile attenersi ad esso come a una norma di vita”.

Più volte Vendola ha ribadito, anche in modo appassionato, di riconoscersi nel valore della famiglia che svuota di significato sostenendo contemporaneamente anche i matrimoni omosessuali.

In questo modo, spolpati i valori della loro attinenza con la vita e spolpata la fede della trascendenza ci si può presentare al tempo stesso a favore dell’aborto e difensore della Chiesa. In questa confusione può succedere anche di dichiararsi ammiratori di Falcone e Borsellino e al tempo stesso definire Carlo Giuliani “un eroe ragazzino”.

Poi c’è il tema cruciale dell’alleanza con la borghesia della quale Nichi Vendola non è avversario e non solo per semplici interessi elettorali, ma perché, spiega il filosofo, “la rinuncia del comunismo alla mentalità messianica coincide con la rinuncia della borghesia alle norme della morale. Si stabiliscono così le condizioni per l’integrazione del comunismo alla società democratico-borghese”.


 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE L'ARTICOLO

 


COMMENTI
29/07/2010 - Del Noce e Gramsci (attilio sangiani)

In un opuscolo,che Del Noce mi donò con dedica,ricorda che Gramsci profetizzò che i cattolici (c.d. democratici ) avrebbero fatto da "apripista" alla rivoluzione comunista. Intanto,però, ( commenta Del Noce )la Rivoluzione avrebbe maturato la metamorfosi libertina,come era già evidente,tanto che il P.C.I. era diventato,anche con Berlinguer,un "partito radicale di massa",approvando le leggi di divorzio,aborto,..... La sempre più minuscola pattuglia di ex democristiani della corrente di base,rimasti come "adulti" nel PD attuale rende attuale la profezia di Gramsci. Sarà grazie a loro se la sinistra "libertina" riprenderà il potere. Vendola ci conta: non per niente è corregionale di Aldo Moro.....

 
29/07/2010 - IL BECCHINAGGIO E' UN MESTIERE DEGLI SFRUTTATORI (GIUSEPPE PIGLIAPOCO)

A mia memoria non ricordo che quando ha governato la sinistra gli operai abbiano mai avuto almeno un aumento di stipendio . Per non far saltare gli equilibri e per mantenere la sensazione del buon governo la CGIL ha sempre tenuto calmi gli operai tanto che la grande industria quasi quasi preferiva la sinistra a Berlusconi in cui poi la CGIL avrebbe organizzato il caos sindacale. Condivido l'articolo perchè è noto che la sinistra ed i suoi politici ed amministratori , per creare a se stessi un seguito ed una credibilità , non hanno mai saltato una processione o un pellegrinaggio. E' una farsa tesa ad ingannare elettoralmente anche i preti .E' inconciliabile predicare l'ateismo , l'aborto e quant'altro da iun lato e dall'altro seguire le prediche dei sacerdoti. Vendola e company sono dei campioni di libertà camaleontica . Il brutto è che a questo sistema fanno da contraltare molti magistrati sui quali andrebbe eseguito un dossieraggio sul loro operato ,guidato da qualche giornale (in quanto non potrebbe non essere gigantesco), da portare al vaglio della Corte Internazionale per i crimini contro l'Umanità . Avv. Giuseppe Pigliapoco - Macerata