BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CAMERA DEPUTATI/ Quoziente familiare, sussidiarietà e burqa in pubblico al centro dei lavori

Quoziente familiare, sussidiarietà e utilizzo del burqa in pubblico al centro dei lavori della Camera dei deputati e delle sue commissioni. Ieri la VI Commissione Finanze ha avviato l'esame, in sede referente, delle proposte di legge sul quoziente familiare, che prevede la revisione del trattamento tributario della famiglia

cameradeputatiR375_15set.08.jpg (Foto)

Quoziente familiare, sussidiarietà e utilizzo del burqa in pubblico al centro dei lavori della Camera dei deputati e delle sue commissioni. Ieri la VI Commissione Finanze ha avviato l'esame, in sede referente, delle proposte di legge sul quoziente familiare, che prevede la revisione del trattamento tributario della famiglia. In pratica se passasse il progetto di legge ai fini della tassazione il reddito di una famiglia sarebbe diviso per il numero dei suoi componenti, con una conseguente riduzione delle tasse per le famiglie numeroseLa XIV Commissione Politiche Ue ha invece verificato la conformità con il principio di sussidiarietà della proposta di un nuovo regolamento sulle agenzie di rating del credito.

Al termine, la Commissione ha espresso un parere favorevole. Al centro del dibattito anche il ddl che intende modificare la legge 152/1975, vieta «l’impiego di qualunque mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona». Il ddl, la cui prima firmataria è l’onorevole Paola Binetti, prevede che «i segni e gli abiti che, liberamente scelti, manifestino l’appartenenza religiosa devono ritenersi parte integrante degli indumenti abituali. Il loro uso in luogo pubblico o aperto al pubblico è giustificato, ai fini del comma 1, a condizione che la persona mantenga il volto scoperto e riconoscibile».