BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Berlusconi-Fini, siamo alla resa dei conti

Pubblicazione:

Silvio Berlusconi (Foto: Ansa)  Silvio Berlusconi (Foto: Ansa)

 

Cioè, caro Gianfranco dimettiti. Sei fuori dal Pdl non ci rappresenti e per le tue posizioni non rappresenti nemmeno più quell'elettorato che ci ha votato e ti ha permesso di prendere posto sulla poltrona della terza carica dello Stato.

 

Secca e immediata la replica di Fini: «La presidenza della Camera non è nella disponibilità del presidente del Consiglio. Io non mi dimetto». Ma la rottura ormai è consumata. Ma Berlusconi, che esce vincitore su tutta la linea dall'ufficio di presidenza del Pdl, ha davvero sconfitto Fini? Questo è tutto da vedere. Il presidente della Camera ha già messo in campo le contromosse.

 

Istituzione "immediata" di gruppi parlamentari autonomi (pare che le dimissioni di massa dei finiani siano quantificabili in 34 deputati e 14 senatori), fine della sovraesposizione mediatica dei luogotenenti e… fedeltà al governo e agli elettori.

 

E' questo il "partito-nel-partito" con tanto di tesseramento a cui accennava Berlusconi? E come si comporterà questa nuova forza politica? Certo, è presto per dirlo, anche perché sui numeri bisognerà aspettare di vedere non solo chi e quanti aderiranno al Gianfranco's fan club parlamentare, ma anche tra coloro che lo faranno resteranno saldi alla prova del voto.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER PROSEGUIRE LA LETTURA DELL'ARTICOLO


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >