BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIDEO/ Berlusconi al Tg4: nella manovra niente riduzione della tredicesima per nessuno

Pubblicazione:

berlusconi_ppiano_cartaR375.jpg

VIDEO BERLUSCONI AL TG4: MANOVRA E INTERCETTAZIONI - E' un Silvio Berlusconi decisamente disponibile e risoluto a chiarire alcuni punti dolenti su manovra, intercettazioni e conti pubblici quello che si concede - come riporta il Giornale - dalla scaletta di un aereo in partenza per la Sardegna ai microfoni del Tg4 di Emilio Fede.

 

Ecco i punti salienti dell'intervista:

 

La manovra economica: all'opposizione non piace. Invece è stata apprezzata dal Fondo monetario internazionale e dalla Commissione economica europea.

 

«Gli ultimi dati economici confermano la validità della linea del governo in questi mesi difficili. La produzione industriale in giugno è infatti tornata a salire del 10 per cento rispetto a un anno fa. È aumentata la velocità della ripresa, tanto che Confindustria ha assicurato che la recessione è finita. Solo l'opposizione continua a dire che tutto va male. Mi chiedo se fossero stati loro al governo dove sarebbe oggi l'Italia. Mi permetta ora di precisare una cosa: ho letto che è stato presentato un emendamento che prevede la riduzione delle tredicesime per le forze dell'ordine. Assicuro che questa non ci sarà nella manovra».

 

Il disegno di legge sulle intercettazioni telefoniche non raccoglie di disponibilità al dialogo, ma proteste di ogni tipo. Viene mobilitata la piazza per denunciare che è il bavaglio dell'informazione, mentre invece vuole essere qualcosa di più e di diverso per la difesa dei diritti dei cittadini tutti.

 

«Le legge sulle intercettazioni non è un attacco alla libertà di stampa, ma è una difesa del diritto dei cittadini a non essere spiati quando telefonano e a non vedersi pubblicare sui giornali le proprie conversazioni private, anche quelle che non hanno alcuna rilevanza penale. È una legge che difende la privacy, che impedisce la violazione del segreto istruttorio e che impedisce di trasformare gli articoli di giornale in sentenze anticipate prima dei tre gradi di giudizio, magari enfatizzando aspetti della vita privata delle persone. E stupisce che la sinistra italiana, che pure in passato aveva una forte componente libertaria, ora si accodi a chi invoca “intercettateci tutti”. Nessuno sta mettendo in discussione l'utilità delle intercettazioni nella lotta al terrorismo e alla criminalità organizzata e non è vero che si vuol tutelare una casta. Il problema invece è che siamo tutti spiati, che i cittadini italiani sono i più spiati del mondo».

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER IL VIDEO CON L'INTERVISTA COMPLETA A SILVIO BERLUSCONI AL TG4



  PAG. SUCC. >