BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MARCO TRAVAGLIO/ Lo sciopero dell’informazione contro le legge bavaglio? Non sono d’accordo, ma mi adeguo

Pubblicazione:

giornali_paccoR375.jpg

TRAVAGLIO E LO SCIOPERO DELL’INFORMAZIONE CONTRO LA LEGGE BAVAGLIO - Travaglio pur non essendo d’accordo con lo sciopero contro legge bavaglio, il ddl intercettazioni, ha egualmente aderito. Travaglio, che condivide le ragioni dello sciopero contro la legge bavaglio, è convinto che lo sciopero dell’informazione avrebbe potuto assumere forme ben più convincenti.

 

Travaglio non capisce ma si adegua. E’, in sostanza, il senso di un suo articolo scritto per spiegare le motivazioni che lo hanno indotto ad aderire allo sciopero dell’informazione contro la cosiddetta legge bavaglio. «Non ha alcun senso – scrive Travaglio - protestare contro il bavaglio imbavagliandoci per un intero giorno, facilitando il compito agli imbavagliatori che – oltre al danno, la beffa – usciranno con i loro giornali-trombetta». Travaglio, infatti, fa presente che «non è un caso se i quotidiani che tifano bavaglio – Il Foglio, Libero (anzi Occupato) e il Riformista – e Il Giornale berlusconiano», «saranno regolarmente in edicola». E, se usciranno solo giornali favorevoli ad Ddl, le informazioni nel corso dello sciopero saranno da questi monopolizzate. «Bel risultato, non c’è che dire: un’intera giornata di pensiero unico non solo a reti unificate, ma anche a edicole unificate», commenta Travaglio.

 


CLICCA QUI O SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SUL PERCHE’ MARCO TRAVAGLIO E’ CONTRARIO ALLO SCIOPERO

 



  PAG. SUCC. >