BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ANTICIPAZIONE/ Sacconi: la verifica si farà in Parlamento su vita e sussidiarietà. E i "veri" cattolici saranno con noi...

Pubblicazione:lunedì 23 agosto 2010

sacconi1R375_7set08.jpg (Foto)



Se non fosse così dovremo inevitabilmente chiedere al Presidente della Repubblica di consentire agli italiani di esprimersi nuovamente perché il Paese ha bisogno di maggioranze coese e non di soluzioni pasticciate.

Quanto può costare al Paese una lunga e velenosa campagna elettorale che rischia di lasciare incompiute le riforme?

Guardi, le riforme possono anche rimanere incompiute per due mesi, ma se si fa un governo con una sinistra di matrice comunista le riforme sono del tutto negate.

Lei ha fatto riferimento più volte a una “matrice comunista” e in una recente intervista si è riferito direttamente a Vendola, come se fosse il nuovo avversario del centrodestra. La sinistra riformista non è più nemmeno un interlocutore?


Non spetta a me dire se Vendola sarà il prossimo avversario del centrodestra. Di certo è quello che parla più esplicitamente. Per quanto riguarda le idee e le proposte di quel che resta della sinistra comunista posso dire che vanno tutte nel senso opposto rispetto a ciò che serve al Paese.

Da ultimo, lei ha parlato del caso Pomigliano come di un esempio concreto di quel “meno Stato, più società” a cui ha fatto riferimento prima. Cosa significa un precedente di questa rilevanza dal punto di vista delle relazioni industriali e sindacali?

Significa che le relazioni industriali evolvono in senso partecipativo, come del resto chiedono da tempo Cisl e Uil. Il modello Pomigliano potrà essere infatti esportato, non tanto sulla base degli specifici contenuti dell’accordo, ma in forza di un metodo secondo il quale le parti si adattano alle diverse situazioni territoriali e aziendali. I due sindacati che citavo, del resto, sono da tempo interessati a intese con queste caratteristiche e ne hanno sottoscritte di analoghe.

(Carlo Melato)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.