BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Calderoli: così il federalismo "guarirà" la maggioranza

Pubblicazione:sabato 28 agosto 2010

calderoli_R375.jpg (Foto)



Su questo siamo sempre stati chiari. Alternative all’attuale maggioranza non ce ne sono, a meno che qualcuno voglia disattendere l’attuale legge elettorale. Piaccia o non piaccia, il sistema prevede un vincolo di coalizione e l’indicazione del leader sulle schede. Nonostante le critiche nessuno ha voluto cambiare legge e si è votato in questo modo sia nel 2006 che nel 2008.

Nonostante il tono delle dichiarazioni di questi ultimi tempi lei rimane comunque fiducioso?


Mi auguro che tutti siano corretti e leali. Certo, quando sento proposte sulla parificazione delle coppie di fatto mi sembra di parlare del divieto di atterraggio dei marziani sulla Terra. Sono cose che non sono nemmeno in discussione, anche perché la Costituzione parla chiaro.

Cosa pensa invece della riproposizione del modello dell’Ulivo da parte del segretario Pd, Pier Luigi Bersani?


Sinceramente non so se ridere o piangere. Dopo il lunghissimo percorso che avevano compiuto per giungere al traguardo del bipolarismo, la soluzione di tutto è il ritorno a Romano Prodi? Più che l’Ulivo a me sembra comunque la pianta degli impiccati. Pensano di impiccarci Berlusconi, anche se di solito sono sempre loro che si autoimpiccano. Se continuano con la politica del contro non capisco francamente dove possano andare.

In caso di elezioni, al di là di quando saranno, lei è convinto che Pdl e Lega possano ottenere una larga maggioranza sia alla Camera che al Senato?


Certo, i dati sono stati riscontrati realmente, tutte le volte che si è andato a votare. La prossima volta sarà lo stesso, perché in un sistema bipolare se qualcuno crea un terzo polo ci facilita dal punto di vista del premio di maggioranza, essendoci una legge elettorale maggioritaria.

Anche se nel “secondo cerchio” del nuovo Ulivo ci fossero anche quei centristi che non avete voluto con voi?


Siamo tranquilli, se fanno veramente la grande ammucchiata, o la grande accozzaglia del tutti contro tutti, Berlusconi stravince.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.