BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

TRUFFA MONTECARLO/ La Procura indaga sulla casa del cognato di Fini

Finicontrario_R375.jpg(Foto)

Sarà dunque la Procura capitolina a cercare di fare luce sulla presunta truffa legata al destino di quel generoso lascito dell’erede del condottiero Bartolomeo Colleoni, che oltre alla ormai celebre abitazione di Montecarlo conta su altri beni mobili e immobili, per un valore di svariati milioni di euro. Eredità concessa per la «buona battaglia»: la donna, prima di morire, aveva infatti deciso di far testamento a favore di Alleanza nazionale nella persona del suo presidente Fini per una scelta di passione ideale, affidandogli la casa di Montecarlo sulla quale sarebbe stata imbastita la truffa. In molti infatti – tra cui i due autori della denuncia per truffa – hanno trovato che l’impiego che il partito ha fatto di quei beni, a cominciare dalla casa di Montecarlo, svenduta a una società off-shore per una frazione del suo valore, non soddisfino il fine a cui la Colleoni avrebbe inteso vincolare il «dono».

© Riproduzione Riservata.