BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIRETTA/ Cosentino, la Camera dice no alle intercettazioni. In 308 con la maggioranza

Pubblicazione:mercoledì 22 settembre 2010

camera_deputatiR375_27ago08.jpg (Foto)

DIRETTA - LA CAMERA DICE NO ALLE INTERCETTAZIONI SU COSENTINO: La Camera ha negato l'autorizzazione all'uso delle intercettazioni a carico dell'ex sottosegretario Nicola Cosentino del Pdl, approvando la relazione di maggioranza della Giunta. I voti dell'aula contrari all'autorizzazione sono stati 308, 285 i favorevoli. In 37 non hanno votato. Difficile capire a che forza politica assegnarli, dato che si è votato a scrutinio segreto, come richiesto dal Pdl.

Benedetto Della Vedova, ha spiegato così la scelta dei finiani: «Il voto del Parlamento non può essere motivato da ragioni di solidarietà o ostlità politica nei confronti di un collega. Non c'è alcun elemento che possa far pensare al fumus persecutionis. Riteniamo che non esistano motivi per respingere la richiesta».

«Questo voto - ha concluso Della Vedova - non è e non può essere ricondotto a un vincolo di maggioranza: non votiamo e non voteremo contro il governo Berlusconi che auspichiamo vada avanti fino alla fine della legislatura».

Il leghista Rodolfo Paolini si è dichiarato stupito per «il cambio di rotta dei deputati di Futuro e libertà per l'Italia, che votarono no alla richiesta all'arresto di Nicola Cosentino basata sulle stesse intercettazioni». Più duro Fabrizio Cicchitto, presidente dei deputati del Pdl: «La maggioranza ha retto, anzi è andata anche al di là perchè avevamo diversi assenti. È stata la vittoria del garantismo sul giustizialismo. Fli ha fatto un errore politico».
 


 

 

DIRETTA - CAMERA - COSENTINO, IL VOTO IN AULA - CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER ASSISTERE ALLA DIRETTA


  PAG. SUCC. >