BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GOVERNO/ Palazzo Chigi: "sui servizi segreti falsità irresponsabili". Nuovo scontro tra Berlusconi e Fini

Palazzo Chigi ha diffuso una nota ufficiale per rispondere alle voci che vorrebbero i servizi segreti dietro le recenti inchieste giornalistiche che hanno interessato il Presidente della Camera, Gianfranco Fini

Berlusconi_Fini_SeparazioneR375.jpg (Foto)

PDL - FLI - SCAMBIO DI ACCUSE SUL DOSSIERAGGIO E I SERVIZI: «Le illazioni, le voci e le congetture apparse quest’oggi su alcuni quotidiani in relazione a una presunta attività di dossieraggio sono assolutamente false, diffamatorie e destituite di ogni fondamento».

Palazzo Chigi ha diffuso una nota ufficiale per rispondere alle voci che vorrebbero i servizi segreti dietro le recenti inchieste giornalistiche che hanno interessato il Presidente della Camera, Gianfranco Fini. «Di fronte alla gravità di queste insinuazioni - continua il comunicato - la Presidenza del Consiglio non può non denunciare la totale irresponsabilità di chi diffonde voci siffatte solo per ragioni di polemica politica, ben sapendo che esse non hanno il minimo fondamento».

La polemica tra Fli e Pdl si riapre e coinvolge le istituzioni. Nei giorni scorsi sembrava vicino un accordo tra le parti sui temi della giustizia, a giudicare dall'esito degli incontri tra Alfano-Ghedini e Bocchino-Bongiorno. Il tavolo però è saltato, Fini sarebbe convinto di un attacco pianificato contro di lui con la regia diretta del Cavaliere.

Alla nota di Palazzo Chigi ha voluto rispondere Italo Bocchino, a nome di Futuro e Libertà: «Palazzo Chigi ha fatto benissimo a definire irresponsabili le illazioni circa il coinvolgimento dei nostri servizi di Intelligence in operazioni di dossieraggio politico-scandalistico. Nessuno ha mai dubitato della lealtà istituzionale dei nostri apparati di sicurezza. Il problema semmai avere certezza che, come accaduto in passato, non ci siano azioni torbide, illegali, deviate che, come tali, non sono certo a conoscenza dei vertici. E questa certezza purtroppo non la può avere nessuno».

 



CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO