BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

REGIONE LOMBARDIA/ Lega: Sul diritto allo studio, bisogna sostenere in via prioritaria gli studenti lombardi

Pubblicazione:giovedì 23 settembre 2010

universit%C3%A0_togheR375.jpg (Foto)

LA LEGA NORD E GLI STUDENTI UNIVERSITARI LOMBARDI - La Lega Nord, in due emendamenti al piano regionale di sviluppo, e approvati dalla settima commissione regionale Cultura e formazione professionale, chiede che ai cittadini Lombardi siano dati maggiori privilegi nell’ambito del diritto allo studio e per quanto riguarda i test d’ingresso nelle facoltà a numero chiuso.


La Lega, in Lombardia, chiede che i cittadini della Regione abbiano dei privilegi maggiori rispetto agli “stranieri”. In particolare, nelle università a numero chiuso durante il test d’ingresso. Secondo il consigliere regionale Massimiliano Orsatti, «oggi gli studenti lombardi partono svantaggiati perché nei test di ammissione alle università a numero chiuso si tiene conto anche del voto preso all’esame di maturità, che in alcune regioni del sud è notoriamente dato con generosità». Per questo la Lega ha chiesto, anzitutto, che nei test di ammissione non si tenga conto dei voti di maturità. «Successivamente chiediamo una corsia riservata per gli studenti che siano residenti in Lombardia da almeno cinque anni», aggiunge.

 

PER LE ALTRE INIZIATIVE, CLICCA >> QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >