BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 2. Sbai (Fli): pronta a lasciare Fini in caso di alleanza con la sinistra

Pubblicazione:giovedì 23 settembre 2010

Souad Sbai (Imagoeconomica) Souad Sbai (Imagoeconomica)

«Sono stata eletta nel Pdl in quota An. È il partito che ha creduto in me, prendendosi dei rischi perché per la prima volta il centrodestra candidava una straniera. Io non vengo dalla politica e nel mio dna c’è la lealtà. Per questo, dopo quello che è successo, ho deciso di non abbandonare chi mi aveva teso la mano invitandomi a portare le mie battaglie in Parlamento».

Souad Sbai, deputata di Futuro e Libertà e Presidente dell’Associazione donne marocchine in Italia, racconta senza troppi giri di parole a IlSussidiario.net, il delicato momento della sua esperienza politica e della maggioranza di governo. «Non potevo fare altrimenti perché ho una coscienza - prosegue la Sbai -. Adesso però la situazione, anche a livello umano, è molto difficile. Qualcuno non dovrebbe abusare di questa mia lealtà, perché a tutto c’è un limite».

A chi si riferisce?


«Penso alle dichiarazioni politiche di Granata o a quelle di Della Vedova su temi per me molto importanti. Non condivido la proposta sulle coppie di fatto e sono per la vita, contro l’eutanasia. In famiglia ho avuto gravi sofferenze, ma sono contenta di aver educato i miei figli a fare i conti con il dolore, con la malattia di una persona cara, senza eliminare o nascondere la sofferenza. È parte della vita e ci insegna qualcosa, ha un senso. Su questi temi non mi faccio schiacciare, del resto ho un debito di lealtà anche nei confronti di me stessa e di ciò in cui credo».

Di Granata non ha gradito il suo recente attacco alle cosiddette “colombe finiane” che usano toni “melliflui” e “dorotei” nei confronti del Pdl?


«Lui ha in mente l’alleanza con Di Pietro e porta avanti il suo progetto. Io invece non ho nulla contro il mio governo e contro il Pdl. Voglio portare avanti il programma che la gente ha votato. Se gli sta stretto può anche cambiare, ma non si permetta di dare addosso, come fa, a chi la pensa in modo diverso».

Ultimamente ha anche rilanciato il tema del conflitto di interessi, chiudendo la strada a possibili accordi sulla giustizia tra Fli e Pdl.



 
 

 

INTERVISTA A SOUAD SBAI (FLI) - CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO


  PAG. SUCC. >