BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ROM/ Video, Maroni: no alle case popolari Aler ai nomadi. I romeni? proporrò legge ad hoc

Pubblicazione:

VIDEO MARONI: NO ALLE CASE ALER AI NOMADI - L'emergenza c'è, il caso è allo studio del commissario straordinario per l'emergenza nomadi, ma più ancora è affidato al "grande cuore di Milano".

 

Una cosa, però, il ministro degli interni Maroni la esclude del tutto: che le venticinque persone che saranno allontanate dal campo nomadi di via Triboniano quando questo sarà sgomberato vadano ad occupare case Aler o comunque di disponibilità del comune.

 

Una decisione che fa già discutere animatamente e aizza gli attacchi dell'opposizione. Dura la replica di deputato del Pd Enrico Farinone, vice presidente della Commissione Affari Europei: «Maroni sente odore di elezioni e così va giù duro contro il comune di Milano - continua Farinone -. Non solo commissaria la Moratti, ma sconfessa quanto disposto dall'assessore Moioli».

 

Ma questa non è l'unica notizia "forte" uscita dalla conferenza stampa al termine del vertice sulla cosiddetta «emergenza rom» che si è tenuto lunedì mattina in Prefettura a Milano.

 

«Serve una innovazione legislativa che ho in animo di prendere - ha spiegato il ministro dell'Interno - per applicare concretamente gli obiettivi della direttiva europea del 2004». Per poter risiedere stabilmente in un paese Ue, ricorda Maroni, è infatti necessario che un cittadino europeo abbia un lavoro, un reddito e un'abitazione «se non ce li ha, può stare fino a 90 giorni, oltre non può stare. Ma oggi noi non abbiamo gli strumenti per dare esecuzione a questa direttiva».

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER IL VIDEO CON LE DICHIARAZIONI DI MARONI DI CORRIERE.IT


  PAG. SUCC. >