BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SENATO/ Berlusconi replica su Napoli, Israele, Gheddafi e tira le orecchie ai giornali di centrodestra. Il testo

BerlusconiSenatoReplica_R375.JPG (Foto)



I SUCCESSI INTERNAZIONALI - «Lei si sbaglia di grosso» ha continuato il premier elencando i "risultati straordinari" di Pratica di Mare (2002), l'"ingresso della Russia in Occidente", il risanamento dei rapporti tra amministrazione americana e amministrazione russa, «grazie al lavoro che questo signore qui ha fatto». «Come Presidente del G8 ho intimato ai due leader di non presentarsi da noi in Italia senza avere almeno siglato il trattato per la riduzione degli  arsenali nucleari, cosa che fecero. Obama venne da me all'Aquila mostrando il contratto. Le sembra poco?».

Da ultimo, il successo dello stanziamento di 700 miliardi di dollari per salvare le banche, deciso da Obama dopo il colloquio con Berlusconi, appena dopo il fallimento di Lehman Brothers.
«Per metterla definitivamente a zero, Sen. Zanda, domandi a Sarkozy e Putin cosa successe quando i carri armati russi avrebbero dovuto attaccare Tblisi. Fu questo signore a far decidere alla federazione russa di non fare quell'attacco, che avrebbe causato il divorzo tra federazione russa, unione europea e alleanza atalntica».

CASO GHEDDAFI - Berlusconi chiarisce anche la sua posizione sul "caso Gheddafi": «Abbiamo ereditato una Libia che il 30 agosto faceva la "festa della vendetta", che non ci dava né gas e né petrolio e che ci penalizzava nei lavori pubblici. Ora abbiamo una Libia che ci privilegia nei lavori pubblici,  e gas e petrolio per i prossimi 40 anni. Io ho chiesto perdono a quel popolo che i nostri predecessori avevano voluto come colonia. Abbiamo risolto la "questione coloniale"». "Non c'è nessun inginocchiamento", ha continuato Berlusconi, che ha voluto spiegare come Gheddafi abbia svolto le sue attività all'interno della  propria ambasciata, in totale indipendenza.

AMBIENTE - Berlusconi ha poi voluto rispondere agli "interventi ispirati dalla preoccupazione del bene comune". Sul tema dell'ambiente il premier ha annunciato ilpiano contro il dissesto idro-geologico, con uno stanziamento di 1.250.000 milioni nelle zone più a rischio e la lotta alle ecomafie.

 


 

 

BERLUSCONI - SENATO - REPLICA - CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO