BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELEZIONI/ 1. Dall'Expo a Roma e ritorno: così Letizia Moratti tesse la sua "tela"

morattiR375.jpg (Foto)

Negli ultimi mesi la posizione di Donna Letizia sembra essersi notevolmente rafforzata. Vuoi anzitutto per il ritrovato rapporto con Giulio Tremonti, che in passato era stato uno dei peggiori avversari della Moratti, e che l’aveva osteggiata in vari modi, in primis sull’Expo.


La sventurata e politicamente improvvida polemica del governatore Formigoni contro Tremonti ha accorciato involontariamente le distanze tra il valtellinese e la Moratti, che da par suo ha invece difeso la manovra voluta dal ministro nonostante intacchi pesantemente anche i bilanci del suo Comune. Inoltre, con una notevole dose di umiltà, Donna Letizia ha ricucito rapporti di prim’ordine con Lega, in particolare con Umberto Bossi.


A farne le spese quasi sicuramente sarà l’attuale vicesindaco Riccardo De Corato, che con ogni probabilità si vedrà scippata la poltrona dopo ben 14 anni, a favore di un leghista, probabilmente il pasionario e fedelissimo di Bossi Matteo Salvini, attuale capogruppo a Palazzo Marino. Pare poi che la Moratti sia in ascesa nei sondaggi di giugno, che la vedono ancora dietro alla corazzata Pdl-Lega-Udc, che a Milano, stando agli ultimi sondaggi forniti dall’attentissimo staff di Berlusconi, sarebbe oltre il 57%.


PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA >> QUI SOTTO

 


COMMENTI
09/09/2010 - Letizia Moratti NO GRAZIE (Luciano Broggi)

Vedo anch'io procedere la Moratti verso la candidatura, ma non credo nella sua reale ascesa in termini di consenso. Sta facendo come tutti la solita corsa dell'ultimo momento per recuperare una credibilità che ha perso. L'EXPO - di per sé un bellissimo successo per Milano - sarà come dotare un condominio di un parco meraviglioso, con verde, laghetti e attrezzature, ma lasciando lo stabile con tutti i suoi problemi che sono dietro la facciata e con i quali la gente ogni giorno si scontra. Dove è migliorata la qualità della vita a Milano? "Letizia Letizia" si gridava durante i comizi, ora dico: regaliamo Letizia all'ONU e De Corato a Roma! Inoltre in termini di gestione del Pdl, è anche qui applicato il metodo del principe Berlusconi che ha deciso tutto nella villa di Arcore. Ci sarebbero state molto bene delle primarie anche per il Pdl.