BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ 2. Galletti (Udc): il federalismo leghista? Col quoziente si può votare...

CasiniUdc_R375.jpg (Foto)


La cedolare secca sugli affitti ci trova d’accordo, risponde a un criterio di giustizia e potrebbe aiutare anche la lotta all’evasione. Non deve però essere a carico dei comuni. Se un milione e mezzo di euro di mancati introiti vengono infatti scaricati su di loro è ovvio che i primi a saltare saranno proprio i servizi alle famiglie (asili nido, scuole materne, assistenza domiciliare agli anziani, ecc.).

Come si inserisce il tema della sussidiarietà orizzontale a questo proposito?


È il grande tema che il federalismo fiscale non affronta in maniera compiuta, ma che caratterizzerà tutto il welfare dei prossimi anni, soprattutto a livello locale. Senza sussidiarietà orizzontale i comuni non saranno in grado di soddisfare la domanda di servizi sociali del proprio territorio. Le risorse, è evidente, non bastano più.

Può fare un esempio concreto?


Nel mio comune, Bologna, un bambino che frequenta una scuola materna gestita direttamente dallo Stato costa circa 13.000 euro, un bambino di una scuola privata 6.000. Penso che la realtà abbia oltrepassato ormai il possibile scontro ideologico a cui ci eravamo abituati quando le risorse erano considerate un bene infinito. Quella logica che, tra l’altro, è la stessa che ci ha portato ad avere un debito pubblico mostruoso, non regge più e la sussidiarietà, anche dal punto di vista puramente economico, è diventata oggettivamente imprescindibile.  

Se queste sono le analisi e le proposte dell’Udc, quante possibilità ci sono, secondo lei, che si trovi un’intesa?


Il rapporto con Calderoli è sempre stato ottimo, ma non sono un chiromante e non voglio fare previsioni. Tocca al governo scegliere e al centrodestra mi limito a dire: se volete continuare a inseguire i singoli parlamentari fate pure, ma è una politica di piccolissimo cabotaggio. Allo stesso modo non perdete tempo a offrirci posti di governo e ministeri, perché non ci interessano. Se invece avete intenzione di mettere in cantiere delle riforme serie sappiate che non avrete bisogno di acquistare un paio di parlamentari, perché dalla vostra parte ne troverete molti di più...

(Carlo Melato)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
11/01/2011 - dalli alla Lega ! (attilio sangiani)

Invece sono convinto che la difficoltà ad accettare le proposte ( ottime ) della Udc non verranno dalla Lega,che sbandiera la eventualità delle elezioni all'unico scopo di indurre i "duri di cervice" ad accettare il federalismo,dopo averlo boicottato. Mi pare non trascurabile la osservazione relativa al "quadro" costituzionale in cui si iscriverebbe il federalismo. Però mi pare anche un buon motivo per riproporre senza indugio la riforma della parte 2^ della Costituzione,disgraziatamente bocciata dal referendum. Ricordo che tale riforma era stata approvata anche dalla UDC,alleata nel centro-destra dal 2000 al 2005. Meglio tardi che mai. Il problema dei "costi standard",poi,ha niente a che fare con la Costituzione ed è la parte più qualificante del federalismo; proprio quella che indurrebbe gli amministratori locali ad abbandonare la facile ( e quasi criminale ) politica parassitaria e diventare più responsabili. Mi duole anche costatare che parte del mondo cattolico ha remato contro,risfoderando quel vecchio arnese logoro e passato all'avversario delle idee che lo stesso Oscar Luigi Scalfaro aveva servito fin dalla Assemblea Costituente. Chi vuole ,intenda !

 
11/01/2011 - finanziare il fattore famiglia è un imperativo (MICHELE GRILANDA)

Dalle parti del centro destra dovrebbe anche cadere il tabù di poter iniziare a discutere se continuare a ritenere ragionevole una tassazione delle rendite finanziarie al 12,50%. Ciò dal momento che finanziare il fattore famiglia dovrebbe essere considerato come imprescindibile per dare la giusta direzione al nostro sistema economico sociale.

 
11/01/2011 - Auguri (Giuseppe Crippa)

La Lega, per giustificare la sua stessa esistenza, ha bisogno del permanere di qualche nemico contro cui eccitare i suoi simpatizzanti più che di qualche progresso nel federalismo. Non credo proprio che recepirà proposte di buon senso come quelle presentate dall’on. Galletti, al contrario andrà alla ricerca dello scontro in Parlamento per arrivare alle elezioni anticipate. Auguri.