BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

CORTE COSTITUZIONALE/ Acqua, nucleare a legittimo impedimento: la Consulta si esprime su 6 quesiti referendari

La Corte Costituzionale oggi si esprimersi su sei quesiti referendari che la privatizzazione dell’acqua, la produzione di energia nucleare e la legge sul legittimo impedimento.

giustizia-martellettoR400.jpg(Foto)

La Corte Costituzionale oggi si esprime su sei quesiti referendari che riguardano la privatizzazione dell’acqua, la produzione di energia nucleare e la legge sul legittimo impedimento.

La Corte Costituzionale è chiamata, oggi a esprimersi sull’ammissibilità di sei quesiti referendari. Riguardano la privatizzazione dell’acqua, la produzione di energia nucleare e la legge sul legittimo impedimento per il premier. Su quest’ultimo, la stessa consulta è chiamata a esprimersi domani. La Corte, da stamattina alle 9.30 è riunita per dare udienza, a porte chiuse, ai rappresentanti dei comitati promotori del referendum e agli oppositori. Le decisioni sui quesiti non arriveranno prima del pomeriggio.

Sono quattro, in particolare, quelli sulla possibilità di affidare a privati la gestione dei servizi idrici, uno in cui si chiede di abrogare le norme che prevedono la realizzazione di impianti nucleari sul suolo italiano e un altro che chiede l’abrogazione totale dello scudo per il premier. Quest’ultimo referendum, ovviamente, non ci sarà se domani i giudici dovessero bocciare la legge.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO