BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

LIBERTA' RELIGIOSA/ Parlamento e Senato, passa la mozione con voto bipartisan

Una risoluzione bipartisan sulla libertà religiosa

parlamentoR400.jpg(Foto)

Parlamento e Senato hanno votato ieri quasi all'unanimità una mozione bipartisan sulle misure necessarie per fare cessare le violenze contro i cristiani nel mondo. Una forte presa di posizione garantita dal voto di praticamente tutti i parlamentari a favore: a Montecitorio la mozione è passata con 504 voti a favore e nove astensione.

E' stata bocciata invece una risoluzione presentata dai radicali. Con questa mozione, il Parlamento chiede al governo un impegno «a far valere con ogni forma di legittima pressione diplomatica ed economica il diritto alla libertà religiosa, in particolare dei cristiani e di altre minoranze perseguitate, laddove risulti minacciata o compressa per legge o per prassi, sia direttamente dalle autorità di Governo, sia attraverso un tacito assenso e l’impunità dei violenti».

Poi «a promuovere in Italia, nelle scuole e in ogni ambito culturale, la sensibilità alle tematiche della libertà religiosa e della cristianofobia». Quindi ad adoperarsi a livello diplomatico per «la necessità di un effettivo impegno degli Stati per la tolleranza e la libertà religiosa, fino al diritto sancito alla libertà di cambiare religione o credo». Infine ad «affinché analogo principio sia fatto valere a livello di Unione europea e di qualsiasi altro organismo internazionale per l’assegnazione di aiuti agli Stati».