BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LIBERTA' RELIGIOSA/ Parlamento e Senato, passa la mozione con voto bipartisan

Pubblicazione:giovedì 13 gennaio 2011

parlamentoR400.jpg (Foto)



LIBERTA' RELIGIOSA MOZIONE BIPARTISAN -
Nel dibattito parlamentare si è discusso dello stato della libertà religiosa nel mondo e sulla situazione culturale in Europa dove si assiste a troppi silenzi sui massacri compiuti in nome della religione. Sintetizza il vicepresidente della Camera, Rocco Buttiglione: i cristiani vengono colpiti perché «segno di una modernizzazione», perché identificati con l’Occidente e perché «noi non sentiamo affatto il diritto-dovere di difenderli».

Il finiano Roberto Menia cita Benedetto Croce e il suo «non possiamo non dirci cristiani», per affermare che «tutti noi credenti o non credenti ci sentiamo colpiti, offesi e umiliati di fronte all’immagine di Cristo imbrattato di sangue nella cattedrale di Alessandria d’Egitto». Francesco Rutelli (Api) richiama la «debolezza della politica dell’Ue, addirittura afona rispetto a fenomeni di questa straordinaria gravità». Mentre è Giorgio Tonini (Pd) a ricordare con forza l’allarme per le «violazioni sistematiche e ripetute» della libertà religiosa che «è storicamente la madre di tutte le libertà e un principio fondante per tutti i diritti umani».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.