BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

PD/ Veltroni, il discorso integrale al Lingotto

Dal caso Ruby al futuro del Pd e del paese. Tutto il discorso di Walter Veltroni all'incontro di MoDem.

Foto: ImagoeconomicaFoto: Imagoeconomica

Veltroni prova a riportare il suo partito indietro di tre anni, dal palco del Lingotto di Torino che segnò un momento centrale della sua ascesa a leader del centro-sinistra. Parla del caso Ruby come della vicenda Mirafiori, e cerca di spronare il Pd a riscoprire la vocazione maggioritaria e a proporre nuovamente «una visione del futuro» per ridiventare la prima formazione per numero di consensi.

Per Veltroni «la situazione in cui l’Italia si trova è davvero grave e pericolosa». Al premier chiede di dimettersi e di comparire davanti ai magistrati. «Ma non siamo venuti qui, al Lingotto, solo per ripeterci che l’Italia sta male e che il berlusconismo è fallito». Partendo da qui il leader della minoranza democratica lancia la sua proposta per il partito: «Dobbiamo dirci la verità, oggi gli italiani non credono ancora che da noi, dal nostro partito, dal Pd, e più in generale dal centrosinistra possa giungere la risposta ai loro problemi, ai problemi del Paese». Bisogna allora tornare a proporre «una visione del futuro» e un progetto di governo. Articolato in dieci punti.

CONTINUA A LEGGERE DELL'INTERVENTO DI VELTRONI AL LINGOTTO CLICCANDO SULLA FRECCIA