BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MONDADORI/ Dietro lo scontro Marina Berlusconi-Saviano, la successione al Cavaliere

Pubblicazione:

Marina Berlusconi  Marina Berlusconi

«SAVIANO LASCI MONDADORI» - E sempre Repubblica di oggi ospita l’intervento di Sandro Veronesi, che riferendosi a Saviano si interroga: «A questo punto non capisco proprio cosa aspetti a cambiare editore, visto che al presidente della sua casa editrice le cose che pensa fanno "letteralmente orrore".

Da parte mia lo dico da mesi, a lui e a tanti altri scrittori che stimo e ammiro, che si può fare tranquillamente come ho fatto io lasciando Segrate nel '92. Ma quelle parole le considero un vero insulto». Tutto è nato dopo che Saviano ha dedicato la sua laurea honoris causa, ricevuta all’università di Genova, ai pm del pool milanese che indagano sul caso Ruby. E Marina Berlusconi ha commentato: «Saviano mi fa orrore». Sono in tanti gli scrittori pubblicati da Mondadori che annunciano di essere pronti a lasciare la casa di Segrate.

MAZZANTINI CONTRO MARINA B. -
Tra gli altri «dissidenti» Margaret Mazzantini, secondo cui «Saviano non è solo un autore, è un simbolo, e per come conosco da tanti anni la casa editrice, anche un orgoglio per gli editor, il direttore editoriale Franchini, gli altri autori. È chiaro, sempre più a ogni episodio, dallo scontro sulla mafia a quello sui giudici di Milano, che da qualche parte per noi c'è una sofferenza, credo siamo tutti tra lo sconforto e il disagio. Posso trovare naturale che da figlia Marina Berlusconi difenda il padre, ma nel suo ruolo di presidente della casa editrice quelle cose avrebbe fatto meglio a non dirle».



CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO

 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >