BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CASO RUBY/ I nomi dei 28 testimoni citati nelle memorie difensive di Berlusconi

Pubblicazione:

Niccolò Ghedini e Piero Longo  Niccolò Ghedini e Piero Longo


CASO RUBY: DEPOSITATE LE MEMORIE DIFENSIVE
– Niccolò Ghedini e Piero Longo hanno depositato le memorie difensive di Berlusconi alla Giunta per le autorizzazioni della Camera in cui 28 testimoni scagionerebbero il premier dalle accuse di prostituzione minorile e concussione.

 

Gli avvocati del premier hanno depositato alla Giunta per le autorizzazioni della Camera le memorie difensive che riportano le dichiarazioni di 28 testimoni che scagionerebbero Silvio Berlusconi dalle accuse di prostituzione minorile e concussione. A partire da quella di Ruby. Che, controinterrogata da Niccolò Ghedini e Piero Longo, afferma: «Quando ho conosciuto l'on. Berlusconi gli ho detto di essere figlia di una nota cantante egiziana e nipote del presidente Mubarak, che pure non avrebbe avuto buoni rapporti con mia madre». Karima el Marough, alias Ruby, ha aggiunto: «Non ho mai avuto alcun tipo di rapporto sessuale con Silvio Berlusconi». Raccontando di avere conosciuto Berlusconi il 14 febbraio del 2010, spiega: «Quel giorno sono stata invitata da Lele Mora a presenziare a una cena presso l'abitazione di una persona che non mi fu indicata».


E ancora: «Nessuno né Berlusconi né altre persone, mi ha mai prospettato o anche solo suggerito la possibilità di ottenere denari o altre utilità in cambio di una disponibilità ad avere rapporti sessuali con Berlusconi». Dal premier, Ruby avrebbe solamente «ricevuto come forma d'aiuto, vista la mia particolare situazione di difficoltà, alcune somme di denaro (nonché qualche regalo)» data la «difficoltà per essere stata ripudiata» dalla famiglia dopo essersi «convertita al cattolicesimo».

 

GLI ALTRI TESTIMONI – CLICCA > >UQI SOTTO


  PAG. SUCC. >