BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TG4/ Emilio Fede rischierebbe il posto per una frase su Piersilvio Berlusconi

Pubblicazione:mercoledì 26 gennaio 2011

Emilio Fede a In mezz'ora Emilio Fede a In mezz'ora

Emilio Fede costretto a dimettersi per una parola di troppo sui figli di Silvio Berlusconi. Tutto sarebbe nato nel corso della trasmissione In mezz’ora di Lucia Annunziata in onda su Raitre.


BERLUSCONI INFURIATO - Lo scrive il blog del settimanale Oggi, subito ripreso da Dagospia, con un post in cui si rivela: «Pare che il vaso sia davvero colmo: a giugno Fede potrebbe lasciare il suo posto da direttore». La posizione del direttore del Tg4 era a rischio già da qualche settimana. Nel corso dell’inchiesta sul caso Ruby è emerso che Fede avrebbe tenuto per sé 400mila euro, cioè una parte del denaro pagato da Berlusconi per la commissione a Lele Mora. Subito Emilio Fede aveva smentito la notizia, ma per il sito di Oggi il presidente del Consiglio Berlusconi si sarebbe ugualmente infuriato. Fede però non era stato toccato, perché per Berlusconi una sua rimozione sarebbe stata un vero boomerang. Delle due l’una infatti: o le carte dell’inchiesta non sono attendibili, e allora non c’è motivo per dubitare di Fede; oppure sono vere, e allora anche la parte relativa a Berlusconi acquista credibilità.
 

AMMISSIONE INDIRETTA - Il Cavaliere voleva quindi evitare quella che sarebbe suonata pubblicamente come un’ammissione indiretta delle feste di Arcore. Il retroscena, che però è privo di qualsiasi conferma ufficiale, è che Mediaset avrebbe elaborato una tecnica sottile per sbarazzarsi di Fede: mandarlo via a maggio, motivando la scelta con i limiti d’età. Il direttore del Tg4 festeggerà infatti gli 80 anni il prossimo 24 giugno. Secondo le indiscrezioni però la torta rischia di andargli di traverso, in quanto il compleanno potrebbe coincidere con il benservito dopo anni di onorata carriera. Come se non bastasse però Fede, troppo sicuro di sé, avrebbe compiuto un altro scivolone.
 


  PAG. SUCC. >