BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TG4/ Emilio Fede rischierebbe il posto per una frase su Piersilvio Berlusconi

Emilio Fede a In mezz'ora Emilio Fede a In mezz'ora

 

 

LA DISCOTECA DI ARCORE - Durante l'intervista concessa a Lucia Annunziata, ha detto: «La discoteca di Arcore? Serve al figlio maggiore e ai suoi amici». Domenica sera Fede, come di consueto, sarebbe stato chiamato da Berlusconi. Secondo Oggi il tono del premier era nervoso e categorico. Gli avrebbe detto: «Ti diffido dal nominare i miei figli in qualsiasi occasione, in privato e in pubblico». Le parole su Piersilvio avrebbero segnato irrimediabilmente la sorte del fedelissimo direttore del Tg4. Mediaset avrebbe quindi cambiato tattica. Invece di mandare Fede semplicemente in pensione, occorrerebbe costringerlo alle dimissioni. Il passaggio di consegne avverrebbe sempre in primavera, con Fede che assumerà il ruolo di editorialista. Tre i papabili come nuovo direttore del Tg4: Mario Giordano, il conduttore di Quarto grado, Salvo Sottile, e il direttore di Panorama, Giorgio Mulé.
 

PRESA DI DISTANZE - E se a Berlusconi spesso piacciono i cambiamenti repentini, come dimostrato nell’estate 2009 quando nel giro di pochi giorni sostituì Giordano con Vittorio Feltri come direttore del Giornale, in questo caso le cose andrebbero un po’ più per le lunghe. L’indiscrezione sulla sostituzione del direttore del Tg4 è riportata anche dal Fatto Quotidiano, secondo cui «Emilio Fede ha deluso il premier». Durante l’intervista a In mezz’ora, Berlusconi si attendeva infatti una difesa incondizionata, sulla stessa linea seguita da Daniela Santanché. Ovvio però che Fede non fosse nelle condizioni per farlo. Essendo stato in qualche modo tirato in ballo nella vicenda, il direttore del Tg4 ha preferito innanzitutto escludere il suo coinvolgimento diretto. «Nessuna delle ragazze è mai stata invitata da me, a partire da Ruby», ha detto. A qualcuno è sembrata come una presa di distanza, quasi un’ammissione che a invitare le ragazze sarebbe stato qualcun altro. Fede ha aggiunto: «Io me ne sono sempre andato via all’una di notte».