BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 2. Violante: sbagliato usare il populismo giudiziario come mezzo di lotta politica

Pubblicazione:lunedì 31 gennaio 2011

Foto: Imagoeconomica Foto: Imagoeconomica

Oggi il problema non si pone. Se e quando si porrà, sarebbero indispensabili  misure per riqualificare la politica e il Parlamento e poi condizioni che rendano del tutto eccezionale il ricorso a questo strumento: solo una maggioranza dei due terzi (come quella costituzionale) dovrebbe poter decidere di sospendere il processo; valere per una sola legislatura, e per reati attribuiti nel corso del mandato parlamentare; prevedere una forma di tutela delle vittime del reato e la possibilità comunque di condurre le indagini per evitare la dispersione delle prove. Ma ripeto, non ci sono le condizioni oggi per fare un ragionamento di questo genere.

Per tornare all’attualità: eventuali elezioni potrebbero risolvere lo scontro dei poteri?

Dipenderebbe dal nuovo assetto uscito dalle elezioni. Servirebbe un governo capace di fare le riforme insieme con l’opposizione, e con il coraggio di andare di nuovo davanti agli elettori avendo messo a punto il sistema.

Se si votasse dopodomani, le elezioni non sarebbero un referendum pro o contro Berlusconi - e quindi pro o contro la magistratura?

Certamente c’è chi pretenderebbe di farle per questo. Dimenticandosi del tutto di quello che preme davvero alle famiglie italiane.
 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.