BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PD/ Santi nello statuto? In Umbria il partito bisticcia

In terra umbra si discute di una modifica dello statuto (regionale e della provincia di Terni) che includa un riferimento ai grandi «santi umbri», Francesco d'Assisi e Benedetto da Norcia. Ma la maggioranza di centro-sinistra si è spaccata.

San%20Francesco.jpeg (Foto)

SANTI NELLO STATUTO? PD UMBRO DIVISO - Qualcuno ricorda le dispute infinite sul "Pantheon" del Partito democratico? Si discuteva se Aldo Moro e Enrico Berlinguer (o meglio ancora Gesù e Marx) potessero coesistere tra i numi tutelari del nascente partito. Ora la disputa torna d'attualità, come racconta il Corriere della Sera di oggi. In terra umbra si discute di una modifica dello statuto (regionale e della provincia di Terni) che includa un riferimento ai grandi «santi umbri», Francesco d'Assisi e Benedetto da Norcia. Ma la maggioranza di centro-sinistra si è spaccata.

 

L'idea – secondo il quotidiano di via Solferino – sarebbe stata lanciata da monsignor Vincenzo Paglia, vescovo di Terni e presidente della Conferenza episcopale umbra. Immediata la risposta del presidente della provincia, il democratico Marco Vinicio Guasticchi: «Martedì porteremo l’idea in consiglio comunale, discuteremo e voteremo. Sono certo che la proposta passerà a larga maggioranza».

 

A smorzare l'entusiasmo ci ha pensato però un altro esponente del Pd, il capogruppo in consiglio regionale Renato Locchi: «Cambiare lo statuto? Il mio partito non ne ha ancora discusso. Comunque, personalmente, ritengo che già lo statuto attuale contenga riferimenti alla religiosità umbra e che vada bene così».

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO CLICCA SULLA FRECCIA QUI SOTTO