BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Il "dilemma" referendum scombina i piani di Berlusconi, Bersani e Casini

Pubblicazione:martedì 11 ottobre 2011 - Ultimo aggiornamento:martedì 11 ottobre 2011, 10.37

Foto Ansa Foto Ansa

Cosicché se la sinistra manterrà il vantaggio attuale (il divario sembra incolmabile per il centrodestra senza l’apporto del Terzo polo) lo scenario più verosimile con questo sistema di voto è una vittoria della sinistra alla Camera, con relativo super-premio di maggioranza previsto, mentre al Senato diventerebbero decisivi Casini & co, di qui l’uscita a sorpresa del leader dell’Udc.. Per cui l’ipotesi più probabile sarebbe in tal caso: o una convergenza prima del voto di Bersani e Casini su un nome di gradimento comune (Mario Monti) o una convergenza dopo il voto, magari sullo stesso nome, per uno stato di necessità, cioè per evitare la paralisi nelle Camere.
Va senza dire che solo una situazione così sfilacciata e confusa fra le opposizioni consente di restare a galla a un governo che non è stato ancora in grado di adottare misure per la crescita urgentissime (salvo a meditare l’ennesimo condono a giorni alterni), e a un presidente del Consiglio che si lamenta di non avere poteri e non esercita nemmeno quello che ha di indicare il nuovo Governatore di Bankitalia.
Ma non durerà a lungo questa situazione, il ciclone del referendum farà saltare gli attuali precari equilibri e ognuno sarà costretto a rivedere i suoi conti. Qualcuno, come si è visto, pensa che tutto sommato sarebbe meglio andare votare con questa legge, per evitare un accordo Pd-Pdl sulla legge elettorale finalizzato a spazzare via tutti gli altri. Ma una nuova generazione di politici dediti al bene comune potrà mai scaturire da un sistema come l’attuale che toglie al popolo il diritto di scegliere i suoi rappresentanti? E potrà mai essere patrocinata da un governo che – salvo rare eccezioni – consegna scenari da notte della Repubblica?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.