BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RISULTATI ELEZIONI REGIONALI/ Molise: centrodestra in vantaggio, testa a testa Iorio-Di Laura Frattura (13 su 392)

Elezioni Regionali Molise 2011: i primi risultati della sfida elettorale tra il Governatore uscente Michele Iorio (centrodestra) e lo sfidante Paolo Di Laura Frattura (centrosinistra)

Elezioni regionali Molise 2011: i risultati (Ansa) Elezioni regionali Molise 2011: i risultati (Ansa)

ELEZIONI REGIONALI MOLISE - I RISULTATI - Si sono da poco concluse le votazioni in Molise. Alle ore 15 di oggi, lunedì 17 ottobre, infatti, si sono chiuse le urne dei 136 comuni della Regione per l'elezione del nuovo consiglio regionale e del nuovo Governatore.
L'affluenza definitiva ha fatto registrare un netto
calo, rispetto alla precedente tornata (ha votato soltanto il 59,79% degli aventi diritto, contro il 65,09% delle ultime elezioni regionali).
I candidati sono quattro, 16 le liste e 350 i pretendenti alla carica di consigliere regionale.
Il centrodestra candida il presidente uscente, Michele Iorio, sostenuto da una coalizione ampia che comprende anche Udc ed esponenti di Futuro e Libertà. Per lui, in caso di vittoria, sarebbe il terzo mandato consecutivo.
Per il centrosinistra il candidato sfidante è invece Paolo Di Laura Frattura (a sostegno il cosiddetto "trio di Vasto" formato da Partito Democratico, Sinistra e Libertà e Italia dei Valori - Cristiano Di Pietro, figlio di Antonio, è candidato al consiglio regionale per l'Idv).
Non mancano poi gli outsider: il grillino Antonio Federico (Movimento Cinque Stelle) e Giovancarmine Mancini (La Destra di Francesco Storace).
Dalle prime sezioni scrutinate il testa a testa annuciato alla vigilia è confermato (tredici le sezioni scrutinate fino ad ora su un totale di 392, il 3,31% circa della copertura totale).
Angelo Iorio (centrodestra) al momento è in vantaggio su Paolo di Laura Frattura (centrosinistra): 54,53% contro il 41,43%.
L'affluenza bassa, però, è un elemento a favore del centrosinistra, che crede nella rimonta. La tendenza nazionale evidenziata dai sondaggi d'altra parte è a sfavore del centrodestra. Bisognerà vedere se il giudizio sull'operato del presidente uscente da parte degli elettori sarà sufficientemente buono da compensare questa tendenza.
Un ultima curiosità: per la prima volta il simbolo del Popolo della Libertà non vede riportato il nome del proprio leader, Silvio Berlusconi. Un altro dato interessante che andrà valutato poi a bocce ferme, risultati alla mano.
Nel centrosinistra, invece, il meccanismo delle primarie è ormai stato ormai consolidato. Anche questa volta il candidato del "Nuovo Ulivo" ha ricevuto l'incarico attraverso questo strumento che gli ha dato la possibilità di iniziare prima la sua corsa e di farsi conoscere meglio dalla base e dagli elettori.

Vediamo nel dettaglio le liste a sostegno dei diversi candidati:

PAOLO DI LAURA FRATTURA
PARTECIPAZ. DEMOCRATICA-COSTRUIRE DEM.
PARTITO SOCIALISTA ITALIANO
DI PIETRO ITALIA DEI VALORI
ALTERNATIV@-ALLEANZA PER L'ITALIA
RIFONDAZIONE COMUNISTA-COMUN. ITALIANI
PARTITO DEMOCRATICO
SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA'

ANGELO IORIO
IL POPOLO DELLA LIBERTA'
PROGETTO MOLISE
UNIONE DI CENTRO
ALLEANZA DI CENTRO
U.D.EUR POPOLARI
MOLISE CIVILE
GRANDE SUD

ANTONIO FEDERICO
MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT

GIOVANCARMINE MANCINI
LA DESTRA

Alla pagina seguente i dati costantemente aggiornati.