BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TODI/ 1. Scholz (Cdo): un'alleanza per fisco e famiglie

Pubblicazione:martedì 18 ottobre 2011

Foto: Imagoeconomica Foto: Imagoeconomica

Occorre concentrarsi su alcune emergenze fondamentali e su quelle continuare a lavorare insieme affinché vengano realizzate per concorrere al bene comune. Penso in particolare al sostegno ai giovani e alle famiglie, con la promozione di politiche non più miopi ma attente alle loro reali esigenze, e a una vera riforma del fisco che aiuti lo sviluppo e il lavoro. In un momento in cui tutto sembra definirsi attraverso la contrapposizione tra fazioni opposte, il mondo cattolico cerca di incontrarsi per costruire e questo è un fatto di grande portata.

Ma la strada per realizzare queste riforme può essere quella di un partito?

Quello del Forum delle persone e delle associazioni di ispirazione cattolica è un lavoro che si è avviato per rispondere agli appelli fatti da Papa Benedetto XVI per un maggior protagonismo dei cattolici nella società e dunque nella politica. Tale presenza dei cattolici nella società civile e nella politica non deve legarsi necessariamente alla forma di un partito. L’importante è potersi porre come interlocutori incisivi, capaci di fare proposte per il bene di tutti, come soggetti che nel loro agire sono sostenuti da esperienze significative nelle famiglie, nel mondo del lavoro e delle imprese, nel welfare e nel volontariato.

In che senso l’impegno del Forum può cambiare la politica dal basso?

Una ritrovata unità e sintonia sui valori non negoziabili che il cardinal Bagnasco ha richiamato nel suo intervento a Todi e su alcuni contenuti essenziali di quella che chiamiamo la buona politica - sostegno ai giovani e alle famiglie, un fisco che esce da una logica di tipo redistributivo per imboccare la strada della sussidiarietà - potrà influenzare positivamente la politica. Sarebbe il segno che la società civile, cattolici in testa, si ripropone come protagonista.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
20/10/2011 - Tessera? (GIANLUIGI PARENTI)

Sono in sintonia con quanto scritto da Scholz. Devo sottolineare il fatto che la presenza di noi cattolici passa anche attraverso l'impegno nei partiti,e questi fanno i Congressi e votano dei rappresentanti che hanno peso nelle scelte politiche e nelle candidature. Allora perchè facciamo così fatica a sporcarci le mani fino in fondo,cioè fino ad arrivare a tesserarci in un partito per sostenere i nostri candidati che difendono i nostri valori non negoziabili?