BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

GIUSTIZIA/ Zurlo: tra Berlusconi e i magistrati tregua impossibile, come accadde a Craxi...

Foto AnsaFoto Ansa

Ma questa, è solo una delle tante. «l’altro giorno – continua Zurlo – c’è stato il proscioglimento per Mediatrade. Ma, alcuni giorni prima, il rinvio con il capo di imputazione coatto per la vicenda dell’intercettazione a Fassino e Consorte (“abbiamo una banca”), dove il pm ha chiesto il proscioglimento, mentre il gip il rinvio a giudizio». Contemporaneamente vanno avanti i processi di Milano, «mentre sul caso Lavitola-Tarantini si sta consumando una farsa: a Roma è parte lesa, a Bari, l’organizzatore del complotto. E a Napoli tolgono la competenza. Il tutto per lo stesso fatto». Tutto ciò non danneggia solamente il presidente del Consiglio. «È chiaro che i processi in corso e gli attacchi continui sortiscono un effetto destabilizzante. Se, poi, aggiungiamo il fatto che, nello stesso governo, c’è una battaglia tra i vari dignitari dei partiti maggiori, a loro volta inquisiti, e che tutto avviene in diretta e in modo visione, il risultato è che accadono episodi come quello di ieri, al vertice di Bruxelles. Dove Francia e Germania si son potute permettere di trattarci cento volte peggio della Grecia».

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.