BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ Franchi: il referendum di Vendola e Di Pietro? Un "regalo" a Berlusconi

Foto AnsaFoto Ansa

Non è escluso che voglia togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Gran parte dei suoi detrattori si trovano nelle coalizioni che ha guidato. E, nonostante le critiche, è l’unico che in due anni è riuscito a battere Berlusconi due volte. La vendetta è un piatto che va servito freddo… E’ ragionevole credere, tuttavia, che lui, come pochissimi altri, sia nel mondo della politica che nell’opinione pubblica, abbia colto un aspetto decisivo quanto ignorato.

 

Quale?

 

C’è nel Paese un’ondata di anti-politica simile a quella dei primi anni ’90, ma di violenza inaudita, e con una novità: allora, diversi referendum e la promessa bipolare rappresentarono un modo per intercettare il malcontento e rispondere a un’esigenza. Oggi, non solo c’è una crisi economica che ai tempi non c’era, ma non vi è alcuna “valvola di sfogo”, nessuna speranza collettiva di rinnovamento. Con un risentimento molto più sordo e radicato. Rispetto a tutto ciò, il referendum, con la premessa di cambiare la legge elettorale e il sistema che essa tiene in vita, può rappresentare un modo per calmierare parzialmente il disagio e il risentimento della popolazione.  

 

(Paolo Nessi

© Riproduzione Riservata.