BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DOPO BERLUSCONI/ Cazzola: il nuovo Governo “schiacci” il Parlamento

Foto Ansa Foto Ansa

Se davvero non fosse contrario a un “governo del Presidente” guidato da Mario Monti, Silvio Berlusconi dimostrerebbe intelligenza politica, responsabilità e non comune senso dello Stato. Il Cavaliere non deve ascoltare il canto che intonano, intorno a lui, le Erinni della “bella morte”, né assecondare la demagogia della Lega, che ormai ha un solo obiettivo: allontanare da sé il calice delle misure impopolari che dovranno essere assunte. Bossi sta predisponendo una linea di condotta contraria a ogni riforma, a soli fini elettorali. Su questa impostazione il Pdl non può seguire il Carroccio. Il governo tecnico-istituzionale porterà avanti, invece, un’iniziativa politica in linea con l’Ue, molto più scomoda per la sinistra e i sindacati che per il Pdl.

 

Le strade di Pdl e Lega si separeranno?

 

Mettiamo che lo spread avesse un calo vistoso in giorno in cui Napolitano incaricasse Monti di formare un nuovo governo: non crede che sarebbe faticoso votare contro per un gruppo responsabile come il Pdl? Un conto sono gli sfasciacarrozze della Lega, un conto noi.

© Riproduzione Riservata.