BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GOVERNO MONTI/ Pasquino: anche se tecnico, dovrà superare lo scoglio del consenso

Pubblicazione:venerdì 11 novembre 2011 - Ultimo aggiornamento:venerdì 11 novembre 2011, 21.01

Foto Ansa Foto Ansa

«Non c’è dubbio. Deve, infatti, godere, anzitutto, della fiducia della Camera e del Senato. Questa è la precondizione. Poi, dovrà mantenerla ogni volta che vara un provvedimento». Qualcuno si chiede se i futuri ministri non dovrebbero dare la garanzia di non ricandidarsi. «Sono contrario – replica Pasquino - a qualsiasi rigidità. Chi farà parte di questo governo dovrà potersi ricandidare. Altrimenti, se si ponesse  un limite a eventuali ambizioni politiche, in molti potrebbero rinunciare alla nomina».  Resta da capire su chi ricadrà il costo politico dei futuri provvedimenti. Si parla, infatti, di riforme lacrime e sangue, per far contenta l’Europea e i mercati. «Non credo saranno tali. Ad esempio, se si vive fino a 85 anni non è un dramma andare in pensione a 67. Si tratterà di aver la capacità di motivare tali scelte. Che, anche se non ce le chiedesse l’Europa, dovremmo fare egualmente.  Del resto, se tali riforme funzionano, e lo fanno nel’arco di 3-4 mesi, la borsa riprende a salire e magari anche l’occupazione. E ne beneficeranno tutti». Questa è l’ipotesi positiva. Non dovesse verificarsi, «il prezzo lo pagheranno tutti: Pdl, Pd, Idv e Lega, tutti colpevoli, anche se in parti diverse, di aver contribuito a piombarci nel baratro».

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
12/11/2011 - Mari(o) e Monti (Mario Apicella)

Non serve promettere Mari(o) e Monti agli avidi amministratori della BCE e del FMI, sciogliete le righe usurai del parlamento, l'Italia vi detesta. In tutti i commenti non troverete neanche una riga di consenso.

 
12/11/2011 - monti si monti no.... (Mauro Bianchessi)

Accetterei un governo Monti solo se prima di tosare noi italiani, tosasse in profondità tutto quello schifo di sistema politico amministrativo e bancario che ha portato l'Italia in questa situazione. Temo purtroppo che a rimetterci saranno ancora una volta i semplici cittadini italiani che cercano di sbarcare il lunario senza paracadute alcuno.